Come modificare il livello dell'acqua in una lavatrice

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La lavatrice è uno fra gli elettrodomestici più importanti in ambito domestico ed è fondamentale che il suo funzionamento sia sempre efficiente, onde evitare i conseguenti disagi. Se abbiamo riscontrato che la qualità dei lavaggi del nostro bucato è poco soddisfacente e riteniamo che questo possa essere attribuito allo scarso flusso dell'acqua nella lavatrice, possiamo intervenire con qualche semplice operazione, risolvendo il problema con successo. Attraverso dunque la lettura dei passi a seguire, scopriremo come modificare il livello dell'acqua nella nostra lavatrice.

26

Occorrente

  • Chiave a bussola o chiave inglese regolabile.
  • Un giravite a croce.
36

Osserveremo due casi diversi, a seconda se la lavatrice si presenti dotata di carica frontale o di carica dall'alto. Nel primo caso utilizzeremo una chiave a bussola (oppure una chiave inglese regolabile), per smontare il coperchio superiore; mentre nel secondo caso occorrerà smontare quello posteriore. Verifichiamo adesso la quantità di livelli posseduti dal pressostato: solitamente ne riscontreremo due, ma potrebbero esisterne da una fino a tre unità. Se il pressostato è ad un solo livello, cerchiamo di individuare la relativa vite e poi, servendoci del giravite a croce, regoliamola finché essa non raggiunga la posizione da noi voluta, operando allo stesso modo con la vite di ripristino. Se invece il pressostato si presenta con due o tre livelli, bisognerà ruotare anche le altre viti: verso destra oppure verso sinistra, a seconda se desideriamo aumentare o diminuire la quantità d'acqua.

46

Nel caso in cui sia possibile regolare la pressione dell'acqua (considerando che non tutti i pressostati permettono tale attività), sarà presente una vite per la sua regolazione. È consigliato posizionarla in modo da ottenere con certezza una pressione adeguata a caricare l'acqua al livello richiesto. In genere è meglio regolarla al massimo, per evitare che una scarsa pressione aumenti i tempi di carico dell'acqua e di conseguenza anche la durata del ciclo di lavaggio.

Continua la lettura
56

Il nostro lavoro risulterà facilitato nel caso in cui sul pressostato siano presenti le stampe degli schemi delle connessioni elettriche relative alle viti. Non trascuriamo di verificarli accuratamente, al fine di farci un'idea delle conseguenze che potrebbero nascere dalle nostre modifiche. Se dovessimo ritenerlo necessario, ripetiamo tutti i passaggi finora indicati, fino a quando non avremo raggiunto effettivamente il livello dell'acqua desiderato. A tale scopo, prima di rimontare la lavatrice, è consigliabile fare alcune prove, avviando un ciclo rapido a vuoto (possibilmente recuperando l'acqua dello scarico e riutilizzandola, onde evitare sprechi). Un ultimo consiglio di carattere generale è quello di mantenere ordine durante il lavoro e di raggruppare opportunamente i pezzi smontati, evitando di mescolarli, in modo che possano infine essere rimontati correttamente, secondo il loro ordine iniziale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' raccomandabile intervenire sul pressostato solo nel caso in cui la lavatrice abbia esaurito la garanzia, pena il decadimento della stessa in caso di problemi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.