Come montare il processore sulla scheda madre

Tramite: O2O 09/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

I raffreddatori avvitabili risolvono il problema dei perni di plastica fragili e dei quattro punti di deformazione della scheda madre utilizzando viti e una piastra di supporto che distende il carico. Questa maggiore sicurezza e protezione della scheda madre è particolarmente utile con dispositivi di raffreddamento grandi e pesanti, che richiedono una maggiore pressione di contatto attraverso lo spargitore di calore della CPU. Le piastre di supporto sono in genere progettate per adattarsi ai fori di montaggio a quattro piedini di Intel o per sostituire le staffe di tipo clip di AMD. Le schede madri LGA 2011 di Intel vengono fornite con una piastra di supporto già installata e molti dispositivi di raffreddamento vengono forniti con un secondo set di viti di montaggio per utilizzare i fori filettati. Ecco a seguire sarà illustrato come montare il processore sulla scheda madre.

28

Occorrente

  • Perni
  • Piastra di supporto
  • Dispositivi di raffreddamento
  • Processore
  • Scheda madre
  • Cacciavite
  • CPU
  • Processori LGA
  • Pasta termica
  • Dispositivo di raffreddamento
38

Verificare la CPU

Dopo aver verificato che la CPU sia completamente inserita, premere la leva di tensione in posizione orizzontale per bloccarla in posizione. I processori LGA hanno tacche di margine per impedire un'installazione errata, oltre ad essere contrassegnati da una freccia come guida visiva. Una piastra di carico mantiene la CPU senza spine a tenuta contro i contatti a presa, denominati terre, e una o due leve di bloccaggio applicano il carico. Dopo esserti assicurato che la CPU sia installata correttamente, abbassare la piastra di carico in acciaio sopra la CPU e ruotare il morsetto del filo nella sua posizione bloccata.

48

Applicare la pasta termica

Il materiale di interfaccia termica (TIM), noto anche come composto termico, pasta o grasso, riempie piccoli spazi tra la CPU e il suo dispositivo di raffreddamento, per garantire un trasferimento di calore ottimale. La maggior parte dei dissipatori CPU di serie ha un TIM rigido applicato in fabbrica che diventa morbido quando riscaldato dalla CPU, ma altri refrigeratori richiedono l'applicazione manuale di grasso o pasta a trasferimento termico. L'eccesso di pasta fuoriesce di solito intorno ai bordi della CPU, quindi è importante non applicarne troppo. Pulire la pasta dalle fessure può essere particolarmente difficile e diventa necessario quando si usano determinate soluzioni termiche metalliche conduttive.

Continua la lettura
58

Terminare l'installazione

I dispositivi di raffreddamento della CPU con clip sono ancora utilizzati da AMD per i processori Socket AM3 + e FM2 + e la clip è ancora compatibile con la maggior parte delle interfacce socket più vecchie dell'azienda. Con il refrigeratore in posizione, far scorrere l'estremità senza leva sul corrispondente gancio di plastica, quindi ripetere il processo sull'estremità levata. Infine, terminare l'installazione girando la leva per applicare la pressione. I raffreddatori con CPU fissi utilizzano fori di montaggio anziché la staffa a clip più tradizionale. Sono stati introdotti con il socket LGA 775 di Intel e persistono attraverso la moderna interfaccia LGA 1150 dell'azienda. L'installazione richiede di spingere ogni pin nel foro corrispondente della scheda madre fino a sentire o sentire un clic.

68

Posizionare la piastra di supporto

Il perno inferiore (bianco traslucido, in alto) è cavo, diviso su un'estremità e presenta punte sulla punta divisa. Questa parte passa prima attraverso il foro di montaggio. Il perno superiore (nero, sopra) sporge attraverso un foro nel centro del perno inferiore per incunearlo. Ruotando la parte superiore del perno di 90 gradi in senso antiorario si sblocca la pressione della molla, consentendo di rimuovere il dispositivo di raffreddamento. Poiché una torsione in senso antiorario sconfigge il meccanismo di blocco, accertarsi di controllare che tutti i pin siano correttamente ruotati in senso orario prima di collegare il dispositivo di raffreddamento. Poiché la piastra di supporto deve essere posizionata dietro la scheda madre, i dispositivi di raffreddamento devono essere montati prima che la scheda madre venga installata nello chassis. Anche se molti casi hanno un foro di accesso nei vassoi della loro scheda madre appositamente per questo scopo, di solito è più facile raggiungere le viti con la scheda madre non ostruite dalle pareti del case.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • accertarsi di controllare che tutti i pin siano correttamente ruotati in senso orario prima di collegare il dispositivo di raffreddamento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come riparare una scheda madre

Il successo nella riparazione di una scheda madre dipende dal tipo di guasto che si verifica. Spesso infatti non è facile ripararla ed è necessario rivolgersi a persone competenti, tuttavia con questa guida vi sarà spiegato come riparare alcuni tipi...
Elettronica

Come assemblare un processore

Il processore, noto anche come CPU, sigla di central processing unit, è una parte essenziale e non facoltativa di ogni computer. Mettendola in termini semplicistici si tratta di un chip preposto al funzionamento basilare di ogni parte del computer, il...
Elettronica

Come formattare una micro scheda SD

La micro scheda SD è una scheda di memoria di piccole dimensioni, che permette l'archiviazione di dati sugli smartphone. Sempre più spesso si preferisce mettere i propri dati su un supporto esterno, dato che si possono recuperare più facilmente in...
Elettronica

Come recuperare le foto da una scheda di memoria

Quante volte vi sarà capitato di cercare di una foto e di accorgervi che è stata cancellata per sbaglio? Magari ve ne siete accorti solo dopo aver formattato la scheda di memoria del vostro smartphone o della fotocamera. La soluzione migliore è sempre...
Elettronica

Come pulire i contatti di una scheda elettronica

Le schede elettroniche sono dei componenti fisici che permettono il funzionamento di numerosi apparecchi. Dai computer ai lettori DVD e Bluray, passando per gli smarthphone e le classiche radioline portatili, tutti i dispositivi elettronici risultano...
Elettronica

Come riparare la scheda elettronica della lavastoviglie

Le lavastoviglie sono presenti in commercio in designer, stili e colori differenti; sono molto utili soprattutto per chi lavora. Le lavastoviglie sono tutte accomunate da una scheda elettronica, che ne consente l'utilizzo e in cui sono presenti i comandi,...
Elettronica

Come Recuperare Le Immagini Eliminate Da Una Scheda Di Memoria

Al giorno d'oggi, tutti possediamo una fotocamera digitale in casa e a chi non è successo almeno una volta di cancellare erroneamente le immagini, premendo accidentalmente l'utile nonché pericoloso pulsante "Elimina"? Se anche voi avete involontariamente...
Elettronica

Come aumentare la memoria di una scheda SD

Quando si compra un nuovo dispositivo digitale, sia che si tratti di un telefonino, sia che si tratti di una macchina fotografica digitale, ciò che serve è un supporto esterno dove poter memorizzare foto, video o altri tipi di file, e che sia di dimensioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.