Come Ottenere Componenti Elettronici a Basso Costo

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se avete la passione per l'elettronica, avrete spesso incontrato difficoltà nel reperire dei componenti elettronici a basso costo, per poter espletare il vostro hobby senza grandi dispendi economici. Eppure questo problema si può affrontare con un po' di accorgimenti e di inventiva e, seguendo i suggerimenti qui appresso indicati, vedrete vari metodi da applicare; in primis verrà esaminata l'attività del saldatore, da poter effettuare procurandosi vecchie schede anche da apparecchi ormai inutilizzabili dei quali non è conveniente affrontare le spese di riparazione. In secondo luogo, verranno descritti altri metodi, altrettanto efficaci, che vi daranno anch'essi la possibilità di ottenere dei componenti elettronici a basso costo. Vediamo insieme come procedere.

28

Occorrente

  • Saldatore, pompetta aspirastagno, tavolo da lavoro, scatola degli attrezzi vari (pinze, seghetto, lime, cacciaviti).
38

Con molta pazienza e buona volontà, dovrete mettervi alla ricerca della materia prima, ovvero i vari elettrodomestici, telefoni cordless o cellulari oppure fissi, computer, caricatori vari e così via, semplicemente girando per i esercizi commerciali di riparazione elettronica o presso gli elettromeccanici di vostra fiducia: piuttosto che disfarsi di questi componenti che seguono peraltro una via particolare, essendo rifiuti speciali, sicuramente vi verranno ceduti a costo zero. Potete provare con i negozi di vendita e di riparazione di pc e vedrete che riuscirete a reperire diverse schede madri, oppure drive e alimentatori bruciati.

48

È arrivato il momento di selezionare i vari componenti; per gli alimentatori per pc smonterete la scatola metallica, separandola dalle viti e dalle ventole. Successivamente sviterete la scheda elettronica e i terminali di alimentazione dalla loro allocazione, separando anche i chip dai dissipatori metallici e dalle guarnizioni di gomma. Avrete così recuperato altri pezzi (viti, ventole, una scatola metallica riutilizzabile in qualche progetto, cavi, connettori e dissipatori di alluminio). Allo stesso modo potrete operare per altri tipi di apparecchi: per le radio dividete le parti in plastica, le manopole, l'altoparlante, l'antenna, eventuali viti e il vano pile; per i televisori separate il tubo catodico, i connettori SCART, l'antenna, gli interruttori di rete, i ricevitori infrarossi. La stessa prassi va utilizzata per i videogiochi portatili, i digitali terrestri ed i modem rotti e perfino per le macchinette telecomandate con meccanismi e circuiti interni.

Continua la lettura
58

Eliminati tutti i pezzi meccanici, si passa allo smontaggio delle schede elettroniche. Per le schede provenienti da elettrodomestici, si ottengono abbastanza componenti in formato DIP (formato classico dei chip), resistenze e condensatori di potenza e non. In questo caso, la procedura di dissaldatura è la seguente: con il saldatore ben caldo e la pompetta aspirastagno si toglie lo stagno dal lato saldature, forzando leggermente i piedini del componente con le pinze per eliminare eventuali residue aderenze alla piazzola metallica. Così il componente sarà praticamente "volante", e verrà via con facilità, tramite le pinze.

68

Nel caso di schede informatiche, bisogna precisare che i componenti SMD (Sourface Mount Device, caratterizzati da piccolissimi piedini, fragili e stagnati direttamente sulla superficie della scheda) sono piuttosto ardui da dissaldare, senza l'ausilio di una stazione dissaldante professionale ad aria calda. Sono da rimuovere anche resistenze e condensatori, i quali appaiono come piccoli rettangolini con scritte incise sopra e stagnati alle estremità, ma spesso si decide di lasciar perdere gli altri chip, spesso realizzati come applicazioni dedicate e inservibili per gli utenti hobbisti. Altri componenti recuperabili da pc sono socket, connettori ide, sata, porteseriali, parallele, usb, firewire, jack audio ed altro in base al tipo di scheda (tutti relativamente molto costosi, se comprati nuovi, a parità di servizio).

78

Una volta completata l'operazione di smontaggio, non rimane che dividere i componenti recuperati per tipo e, se si desidera testarne il funzionamento, bisognerà scartare quelli rotti o bruciati. Si consiglia di buttare i condensatori elettrolitici se presentano rigonfiamenti e ammaccature sui vari lati. Se non si posseggono abilità o attrezzatura da saldatore, si può spargere la voce nel proprio giro di amici, chiedendo dei pezzi che stanno per essere buttati via dai negozi informatici, oppure cercare componenti elettronici messi in vendita on line da terzi e a basso costo.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non fare surriscaldare la punta del saldatore fermandola troppo nello stesso punto.
  • Per facilitare l'operazione di dissaldatura di componenti con molti pin, a volte conviene tagliare la scheda attorno al componente per lavorarci meglio.
  • Mantenere sempre un contatto diretto con una presa di terra (es. tubo del termosifone) per evitare di danneggiare i componenti delicati con scariche statiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Hardware

Come scegliere i componenti del proprio PC

Scegliere i componenti di un computer non è così facile, ma necessita di attenzione e di un minimo di conoscenza e pratica nel campo dell'informatica. Innanzitutto bisogna considerare e fare un quadro chiaro della spesa che si è in grado di sostenere,...
Hardware

Come assemblare un pc: la scelta dei componenti e l'assemblaggio

La scelta migliore per risparmiare sull'acquisto di un PC fisso è sicuramente assemblarselo da soli, ma per chi non ha esperienza in questo campo, può risultare un compito ostico. Quindi in questo articolo verremo in vostro soccorso, illustrandovi passo...
Hardware

I migliori componenti low-cost per un pc da gaming

Al giorno d'oggi, dato il grande progresso nell'era dei video games e l'evoluzione di tutte le caratteristiche grafiche, un Pc gamer che si rispetti, deve disporre di un Pc le cui prestazioni garantiscano un'ottima riproduzione del gioco che si intende...
Hardware

Come costruire una stampante tridimensionale

Una stampante 3D è un particolarissimo macchinario che consente di stampare oggetti tridimensionali, opportunamente modellati su alcuni software cad. Le stampanti 3D utilizzando plastiche di origine vegetali come PLA, o polimeri come ABS, o ancora resine,...
Hardware

Come pulire la ventola di un pc portatile

Le ventole dei computer servono per soffiare aria sui componenti interni e quindi per evitare un surriscaldamento dei circuiti delle schede video e madre. Tipicamente un computer portatile presenta una o due ventole di raffreddamento per il processore...
Hardware

Come pulire una scheda madre

Quando il proprio computer, fisso o portatile che sia, inizia a mostrare i primi segni dell'invecchiamento, di solito risulta essere più lento del solito. Questa lentezza, spesso, è causata dagli strati di polvere che si vengono a formare sopra i vari...
Hardware

Consigli per proteggere il PC dalla polvere

Tutti gli apparecchi elettronici ed in particolare quelli che hanno parti e componenti scoperte, sono soggetti all'accumulo di polvere, poiché generano delle cariche elettrostatiche. Se dunque abbiamo un PC fisso, ed intendiamo trovare la soluzione ideale...
Hardware

Come Rimuovere Il Touch Pad Del Netbook Acer D150

Il netbook è un computer molto funzionale per le sue dimensioni e le sue caratteristiche. Ovviamente, come tutti i componenti elettronici, è molto delicato e un movimento fatto male può interrompere il funzionamento di qualsiasi funzione. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.