Come programmare in Elixir

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Dalla nascita dei primi calcolatori sono stati sviluppati moltissimi linguaggi di programmazione, ognuno con uno o più scopi, a seconda delle necessità.
Programmare non è difficile: basta seguire un corso di informatica o rimboccarsi le maniche e imparare, magari leggendo alcune guide su internet. Tuttavia, in questo caso, è necessario possedere una certa dimestichezza con i vari linguaggi informatici. Infatti la regola fondamentale per imparare nuovi codici di programmazione è conoscerne altri in quanto questo ci permette di raggiungere una certa conoscenza e quindi una maggiore velocità di apprendimento riguardo ai costrutti da compilare.
La guida si pone di spiegare come programmare in Elixir, linguaggio di programmazione nato per consentire una maggiore estensibilità e produttività della VM Erlang.
Elixir è un linguaggio di tipo concorrente, ossia che distribuisce il calcolo in sistemi micro-paralleli. Ciò accade in quanto i processi o sottoprocessi, detti thread, sono in esecuzione nello stesso istante. Quindi Elixir fornisce un supporto al VM Erlang che lavora in queste condizioni.

24

Strutture di base

Sul sito ufficiale di Elixir, alla voce Installing Elixir, potete trovare le istruzioni riguardo all'installazione per il vostro sistema operativo. Per chi volesse, Elixir funziona anche in modalità interattiva che permette di eseguire le istruzioni in tempo reale.
Il primo comando è iex. Attraverso questo comando è possibile eseguire semplici somme o divisioni aritmetiche o booleane.
Ad esempio, col comando iex>1+1 otterremo come risposta una somma, cioè 2; col comando iex>div (10, 2), otteniamo 5 come risposta.

34

Strutture di controllo

Come tutti i linguaggi di programmazione, Elixir dispone di una serie di macro utili per il controllo, come if e unless.
Riportiamo un esempio di macro di controllo semplicissimo applicato su una divisione.
iex> if div (10, 2)>2 do
...> "esatto"
...> else
...> "errato"
"esatto"
Unless è molto simile, tranne per il fatto che funziona con una negazione.

Continua la lettura
44

Usare le funzioni

Le funzioni in Elixir sono oggetti di prima classe. Le prime sono chiamate anonime, ovvero senza nome. Per definirle sarà necessario usare fn e end alla fine della funzione. Ad esempio:
iex> sum = fn (a, b) -> a+b end
Eseguendo il comando iex> sum. (2, 3) otteniamo 5 come valore dato dalla somma dei due numeri indicati.
Elixir fornisce il simbolo & per abbreviare quanto scritto. Ad esempio: iex> sum = &(&1+&2). Il risultato risulterà lo stesso del precedente. Oltre alla funzione anonima è possibile creare delle funzioni più complesse e definirle con un nome in modo da poterle richiamare in seguito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
Programmazione

Come programmare in Linda

La maggior parte della popolazione italiana, secondo alcuni studi che provengono direttamente dall'università di Oxford, pare abbia iniziato a specializzarsi sempre di più nel settore informatico. Esistono moltissimi casi di ragazzi volenterosi, laureati...
Programmazione

Come programmare in Standard C++

Programmare è un atto che presuppone una conoscenza abbastanza ampia della materia, ma anche un approccio piuttosto individuale alla disciplina, perché ogni sviluppatore sceglie gli strumenti che gli sono più congeniali. Tuttavia, nel tempo alcuni...
Programmazione

Regole per programmare in ActionScript

Action Script è un nome che suonerà familiare a tutti coloro che si intendono di programmazione. Si tratta, infatti, del linguaggio di programmazione di Flash utilizzato per la creazione di videogames basati su browser. Esistono ben tre versioni di...
Programmazione

Come programmare in java su Linux

Ai giorni nostri la programmazione è sempre più avanzata e ci sono numerosi modi e piattaforme per effettuare la programmazione. Tra i software più utilizzati troviamo Java, inoltre si può programmare su varie piattaforme tra cui anche Linux. Nei...
Programmazione

Come iniziare a programmare in HTML 5

Prima di iniziare è bene precisare che con la parola "programmare" riferita al linguaggio HTML 5 è usata in modo improprio. Infatti l'HTML serve a programmare poco e nulla, per le programmazioni e più utile usare i PHP, Javascript, asp ecc.Fatta questa...
Programmazione

Come programmare in Elm

Elm è un linguaggio funzionale che compone JavaScript. Competi con progetti con React come strumento per la creazione di siti web e applicazioni web. Elm ha un'enfasi molto forte sulla semplicità, la facilità d'uso e l'attrezzatura di qualità. Alla...
Programmazione

Imparare a programmare con Coding

Viviamo nell'Era del Web 2.0, ed è quindi normale che nel mondo del lavoro ci sia una grossa richiesta di programmatori. Sviluppare un App, tanto per fare un esempio, può sembrare complicatissimo per chi non ha esperienza in campo informatico, ma grazie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.