Come programmare in Python su Ubuntu

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Python è un linguaggio di programmazione general-purpose ad altissimo livello. Esso viene utilizzato quotidianamente negli ambiti più diversi, come la creazione di progetti professionali molto importanti che consentono di ottenere un feedback immediato, ma può essere usato anche per gli script. Python dispone di una linea di comando e permette di usare il proprio editor preferito introducendolo senza problemi nella programmazione. Python è uno tra i linguaggi più utilizzati grazie anche alla sua estrema semplicità di utilizzo ed una sintassi ordinatissima. In questa utile e pratica guida vi insegno con parole semplici come programmare in Python su Ubuntu. Seguendo queste facili istruzioni la programmazione in Python non avrà più misteri per voi ed anche se siete principianti non avrete nessun problema, ve lo garantisco cari lettori!

26

Occorrente

  • Nozioni base di programmazione
36

Utilizzare la linea di comando

Il primo passo per la programmazione in Python su Ubuntu è davvero semplicissima. Vi basta soltanto seguire alcune facili istruzioni. La prima cosa che dovete fare è utilizzare la riga di comando di Python, nel seguente modo: individuate il tasto F2 e cliccatelo contemporaneamente al tasto denominato ALT. Una volta eseguita questa facile operazione, digitate la parola Python nella casella vuota che vi appare dopo avere premuto i due tasti precedenti. A questo punto cliccate su ESEGUI ed il primo step è superato.

46

Creare una variabile

Se avete eseguito correttamente il passo precedente, adesso dovete semplicemente creare una variabile. Sicuramente se vi intendete un minimo di programmazione avete già eseguito in passato questa operazione. Quando avete creato la variabile, assegnatele un numero compreso tra le cifre 1 e 13 e quindi premete il tasto INVIO. Ripetete questa operazione una seconda volta, scegliendo un numero compreso tra il 3 ed il 7. L'importante è che sia una cifra dispari. Premete il tasto RETURN e salvate il risultato. Per terminare questo passaggio, cliccate nuovamente su INVIO.

Continua la lettura
56

Lanciare lo standard

Passiamo adesso alla terza ed ultima parte della programmazione in Pyhton su Ubuntu. Lanciate lo standard, cioè l'editor di testo che trovate su Ubuntu ed inserite il numero 12 usandolo come codice. Ricordatevi di lasciare uno spazio vuoto tra un numero e l'altro poiché Python è case-sensitive e quindi la mancanza di spazio tra le cifre verrebbe interpretata come un errore ed Ubuntu bloccherebbe la programmazione. A questo punto cliccate sul file ed eseguite il salvataggio. Come ultimo passaggio, cliccate su ESEGUI per lanciare definitivamente la programmazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non riuscite ad eseguire l'ultimo passaggio usate il comando CHMOD per eseguire lo script
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Python: 5 cose da sapere

Python rappresenta uno dei più importanti linguaggi di programmazione. Viene utilizzato soprattutto per moltissimi tipi di sviluppo dei software, applicazioni e computazioni numeriche. Se siete esperti, o vi è capitato qualche volta di incontrare altri...
Programmazione

Come leggere i file Excel con Python

Python è un linguaggio di programmazione che ha avuto origine a inizio Anni Novanta per semplificare molte operazioni. Infatti si presenta come un linguaggio multi paradigmatico caratterizzato da flessibilità, versatilità e semplicità, nonostante...
Programmazione

Come installare e configurare Eclipse su Ubuntu

Per Linux esistono centinaia di compilatori adatti alla programmazione Java. Eclipse è sicuramente uno dei migliori e soprattutto uno dei più famosi editor per linguaggio Java e non solo, perché infatti gestisce perfettamente anche C++, C, Javascript...
Programmazione

Regole per programmare in Ladder

In questo articolo imparerete le 5 regole per programmare in Ladder. Il circuito in Ladder è simile in struttura, elementi, simboli e funzioni di controllo logico. Ci sono anche altri aspetti della fase, ma hanno molte differenze. Quindi per programmare...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
Programmazione

Regole per programmare in Ruby

Il linguaggio di programmazione chiamato Ruby è basato su una piattaforma open source assolutamente dinamico, caratterizzato da una sintassi semplice e produttivo, naturalmente facile da leggere ed agevole da scrivere. Creato in Giappone, Ruby è caratterizzato...
Programmazione

Come formattare una chiavetta USB con Ubuntu

Ubuntu è un sistema operativo molto intuitivo, sicuramente meno conosciuto ed utilizzato dei suoi "colleghi" più famosi, ma apprezzato su diversi fronti, anche da molti esperti. Se siete in possesso di questo sistema operativo e lo usate di frequente,...
Programmazione

Come imparare a programmare in C++

L'avvento del computer, ha richiesto la creazione di appositi linguaggi per facilitare la comunicazione tra utente e macchina. I linguaggi sono aumentati di numero e via via è aumentata anche la facilità di comunicazione tra questi due canali. Si parla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.