Come programmare in R

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come programmare in r.? R. È un software statistico, che viene definito come un'ambiente di sviluppo, ovvero, un insieme di risorse che possono essere utilizzati per la lavorazione e gestione dei dati, per il calcolo e la visualizzazione dei grafici. Il termine r. O ambiente stanno a significare la medesima cosa. Il linguaggio r., come tanti altri, è totalmente gratuito. Una delle caratteristiche peculiari di tale linguaggio è la flessibilità. Questo permette di risolvere un problema seguendo strade diverse, magari ottimizzando il codice sorgente stesso. Nella guida vi spiegherò come programmare in r., potete notare alcuni elementi che sicuramente avete già riscontrati in linguaggi più conosciuti, come il C++ o il Java. Sto parlando del ciclo for, while ed istruzioni di input output. Essenzialmente, ogni linguaggio di programmazione si basa su meccanismi di input output, altrimenti il programma non potrebbe avviarsi.

26

Una delle prime cose da conoscere quando si utilizza la prima volta un software è come cercare aiuti per il corretto funzionamento dell software. Partiamo dalle basi per programmare in R. Una volta avviato il programma, potremo eseguire ogni istruzione attraverso la riga di comando. Di solito, ogni comando viene immesso nella riga di comando che comincia con il simbolo "prompt", il quale si presenta attraverso il simbolo ">:" e permette l'esecuzione di codice semplicemente premendo il tasto Invio. I comandi sono separati o da un punto e virgola (;), o da un carattere di nuova linea. Attenzione se il carattere non è completo alla fine, R darà un "prompt" differente, ovvero, +. Poi ci sono i tasti freccia verticale che serve per scorrere avanti e indietro i comandi già inseriti.

36

Un utilizzo semplice, ma allo stesso tempo di primaria importanza, del linguaggio R è come calcolatrice. Vediamo, quindi, come creare un oggetto. Poniamo il caso in cui si voglia assegnare ad una variabile un determinato valore. Quindi scriveremo il nome della variabile (x, y ecc.) e poi con il comando "->", seguito dal valore che desideriamo. In questo modo avremo assegnato uno specifico valore alla variabile di riferimento. È possibile anche utilizzare il simbolo "=", un po' come in C++. A questo punto avremo creato un vero e proprio oggetto, su cui possiamo agire liberamente. L'oggetto è possibile trattarlo in modo estremamente flessibile. Abbiamo appena imparato a programmare in R.

Continua la lettura
46

Questa è soltanto una breve introduzione al linguaggio. Trattare ogni singolo caso è impossibile. La calcolatrice, però, è un ottimo esempio per riuscire a capire come programmare il linguaggio R. Una volta che sarete riusciti a comprendere i fondamenti, potete passare al livello successivo.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire ogni passo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
Programmazione

Come imparare a programmare

La tecnologia, col passare del tempo, sta diventando sempre più affascinante, tanto da spingerci a farla nostra attraverso la programmazione. Programmare è un po' come parlare con una macchina, e per farlo c'è bisogno dei linguaggi di programmazione...
Programmazione

Come programmare al meglio in MIPS

Un evento che ha influito molto sui giorni nostri è sicuramente la rivoluzione industriale. Proprio grazie ad essa si sono sviluppati diversi programmi molto utili, adatti a semplificare le tante cose che noi svolgiamo nella vita quotidiana, i diversi...
Programmazione

Come programmare in Linda

La maggior parte della popolazione italiana, secondo alcuni studi che provengono direttamente dall'università di Oxford, pare abbia iniziato a specializzarsi sempre di più nel settore informatico. Esistono moltissimi casi di ragazzi volenterosi, laureati...
Programmazione

Come programmare in Standard C++

Programmare è un atto che presuppone una conoscenza abbastanza ampia della materia, ma anche un approccio piuttosto individuale alla disciplina, perché ogni sviluppatore sceglie gli strumenti che gli sono più congeniali. Tuttavia, nel tempo alcuni...
Programmazione

Come programmare su iPad con Tynker

Con l'avanzare della tecnologia, anche operazioni che sembravano essere più complesse da svolgere, sono state semplificate e rese disponibili a chiunque. Tra queste c'è anche la programmazione web, che grazie al sito Tynker, e alla sua relativa app,...
Programmazione

Regole per programmare in ActionScript

Action Script è un nome che suonerà familiare a tutti coloro che si intendono di programmazione. Si tratta, infatti, del linguaggio di programmazione di Flash utilizzato per la creazione di videogames basati su browser. Esistono ben tre versioni di...
Programmazione

Come programmare in java su Linux

Ai giorni nostri la programmazione è sempre più avanzata e ci sono numerosi modi e piattaforme per effettuare la programmazione. Tra i software più utilizzati troviamo Java, inoltre si può programmare su varie piattaforme tra cui anche Linux. Nei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.