Come proteggere wireless sitecom

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

È risaputo che l'uso della tecnologia moderna, ha permesso l'apertura di orizzonti positivi e interessanti come la possibilità di collegarsi e navigare in internet senza fili. Proprio quest'ultima, consente l'ottimale visualizzazione delle pagine web. In questo caso la rete è tuttavia esposta al rischio di utilizzo di altri soggetti non autorizzati, poroprio per questo motivo dovrete provvedere a proteggerla. Facendo questa operazione da soli, non solo potrete imparare una tecnica davvero molto utile, ma potrete soprattutto risparmiare grosse somme del vostro denaro, poiché non avrete la necessità di rivolgervi ad un tecnico informatico specializzato. Dunque, continuate a leggere con molta attenzione ed impegno i semplici passi di questa utile guida, per comprendere in modo semplice e veloce come proteggere wireless sitecom.

24

Password basilare:

Generalmente il router sitecom (che consente precisamente la trasmissione delle onde anche a più computer), risulta essere dotato in origine di una password basilare (come tutti i router) fornita in origine dal produttore. È bene tenere conto però, che numerosi hacker esperti di informatica, sono in possesso di strumenti e conoscenze tali da rendere estremamente facile il reperimento di queste e altre informazioni segrete (ben sapendo che tale comportamento è illegale e perseguibile penalmente).

34

Scegliere una password complessa:

Dunque, cliccate esattamente su wi-fi, dopodiché nella schermata che immediatamente si aprirà, dovrete inserire esattamente il codice Wpa2-psk e inserire la vostra nuova password segreta. Un utile consiglio, risulta essere quello di immettere una password complessa, composta da lettere minuscole, maiuscole, e da numeri.

Continua la lettura
44

Modificare la password:

La necessità di modificare la password di accesso, risulta essere estremamente necessaria anche e soprattutto per evitare che i terzi possano venire a conoscenza di dati personali da voi immessi in internet, come password oppure altro. A questo punto, sarà sufficente avviare un qualsiasi browser di ricerca web e digitare in alto sulla barra il codice 192.168.1.1 (oppure 192.168.1.0). Immediatamente, sarete perfettamente in grado di visionare il software del vostro dispositivo privato. Qualora il sistema richieda password e nome, si potrà agevolmente inserire il codice "admin" in entrambi i casi. Adesso sulla nuova schermata, cliccate precisamente su "manutenzione", (da qui come sarà possibile notare, si potranno modificare i dati personali), ed infine cliccate su salva tutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sicurezza

Come cambiare il nome alla rete Wireless

Dal momento in cui facciamo il contratto con un ISP, occorre immediatamente configurare il modem. A questo punto iniziamo ad inserire in modo corretto le nostre referenze. Qui abbiamo un nome casuale della rete wireless dato dall' ISP stesso e/o dalla...
Sicurezza

Come proteggere la rete da attacchi e intrusioni

Una rete protetta vi assicura la possibilità di usufruire dei servizi offerti dalla rete stessa senza preoccuparvi di eventuali attacchi o intrusioni. Seguendo la comune prassi per difendere le reti, dovrete fare attenzione ad avere una manciata di requisiti...
Sicurezza

Come proteggere con password una presentazione Powerpoint

Microsoft Office PowerPoint è uno dei software che fanno parte del pacchetto Office, e serve per realizzare delle presentazioni con slide scorrevoli. Si tratta di uno strumento molto utile soprattutto in ambito lavorativo o scolastico, per tenere una...
Sicurezza

10 modi per proteggere i dati personali sul web

La navigazione sul web è diventata ormai una delle principali attività quotidiane. Ci affidiamo ad internet per acquistare oggetti, ascoltare musica, restare in contatto con altre persone. Tutte queste attività implicano, tuttavia, l'utilizzo di dati...
Sicurezza

Come Proteggere La Webcam Dagli Attacchi Informatici

Tra tutti i fenomeni nell'ambito dell'hacking, l'attacco alle webcam è uno dei più colpiti in assoluto. I pirati informatici infatti, attraverso questo strumento possono essere in grado di spiare il proprietario del computer al quale la webcam è collegata,...
Sicurezza

Come Proteggere Dalla Copia Applicazioni Su Cd Rom

La protezione dei propri dati è un tema sempre più sentito tra le persone, a causa del crescente utilizzo di internet e dei vari strumenti informatici, oltre che della pirateria dei dati personali sempre più minacciosa. SI potrebbe quindi decidere...
Sicurezza

Come proteggere i dati dei drive USB

Negli ultimi anni l'uso di drive usb è diventato quasi una moda. Infatti le chiavette USB hanno sostituito quasi interamente l'utilizzo di hard disk esterni o cd. Salvare dati, immagini, video su una chiavetta USB permette di portare comodamente queste...
Sicurezza

Sicurezza informatica: come proteggere i tuoi account online

Molto spesso ci capita di sottovalutare l’importante che una password possa avere. Ogni giorno, infatti, la inseriamo decine di volte per entrare nell’account dei social network, nella casella della posta elettronica e chi più ne abbia più ne metta....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.