Come pulire i contatti di una scheda elettronica

Tramite: O2O 15/10/2018
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le schede elettroniche sono dei componenti fisici che permettono il funzionamento di numerosi apparecchi. Dai computer ai lettori DVD e Bluray, passando per gli smarthphone e le classiche radioline portatili, tutti i dispositivi elettronici risultano provvisti di un cuore fatto di circuitini e saldature. Una scheda elettronica può essere di varie dimensioni e racchiude in sé percorsi più o meno intricati di contatti. I prodotti che funzionano con questo particolare supporto tendono a subire dei guasti per via dell'usura, della polvere o di sbalzi di corrente. In caso di sporcizia o di ossidazione dei circuiti, si può procedere con differenti tipologie di pulizia. Il problema è generalmente risolvibile in pochi semplici passaggi e non comporta l'impiego di particolari prodotti detergenti. Tuttavia, quando si eliminano polvere, ossido, resine o altri componenti, occorre svolgere il tutto con la massima cautela, osservando alcuni piccoli accorgimenti. Vediamo quindi come pulire i contatti di una scheda elettronica in maniera adeguata con l'aiuto del presente tutorial. Le indicazioni contenute qui di seguito sono molto semplici e dunque alla portata di tutti. Non si richiedono particolari esperienze o competenze, ma è opportuno prestare molta attenzione durante l'intera procedura. Si eviterà così di causare danni gravi e spesso irreversibili alla scheda sottoposta a detersione.

27

Occorrente

  • Scheda elettronica
  • Acqua (preferibilmente demineralizzata)
  • Sapone neutro
  • Disossidante
  • Spazzolino
  • Aria compressa in spray
37

Rimuovere la scheda dal suo alloggiamento e controllarne lo stato

Per pulire i contatti di una scheda elettronica, dobbiamo anzitutto rimuoverla dall'apparecchio in cui si trova. Scolleghiamo il dispositivo dalla presa di corrente oppure procediamo con il suo spegnimento. Poi allentiamo le viti che fissano la scheda con l'ausilio di un apposito cacciavite a stella oppure a taglio dalla punta fine (in base alla tipologia e alla grandezza delle viti). Procediamo rimuovendo delicatamente la scheda elettronica dall'apposito alloggiamento. Ora osserviamola attentamente, in modo tale da identificare il tipo di sporcizia presente sulla superficie. Solitamente si trovano degli accumuli di polvere che sembrano lanugine, ma in altri casi possiamo notare la presenza di parti ossidate. Queste ultime hanno un colore opaco tendente al grigio o al rossastro. In altri casi ancora ci possono essere residui di resina sui circuiti o subito accanto ad essi. Le parti ossidate vanno solitamente pulite. Se però non si riesce ad eliminare del tutto la patina, non è un problema. Per alcuni metalli l'ossido è una protezione.

47

Scegliere il prodotto migliore ed effettuare la pulizia

Una volta identificato il tipo di sporcizia, possiamo iniziare a pulire i contatti di una scheda elettronica. Per prima cosa cerchiamo di evitare prodotti abrasivi o dal pH troppo acido. Preferiamo piuttosto dei detergenti liquidi. Il migliore è senza alcun dubbio il sapone neutro. Sembrerà strano, eppure il lavaggio dei circuiti con acqua e sapone è il metodo migliore per pulire a fondo questo tipo di supporto. In questo caso è consigliabile anche l'alcool isopropilico, poiché elimina quasi del tutto le tracce di resina. Esso però non deterge efficacemente le componenti soggette ad ossidazione. Se cerchiamo un prodotto specifico per lo sporco più ostinato, allora possiamo optare per uno spray disossidante. Spruzziamolo in piccole quantità e strofiniamo delicatamente con uno spazzolino in ottone. In questo modo i circuiti torneranno perfettamente puliti. Evitiamo categoriamente la trielina, poiché corrode anche la plastica se non rimossa tempestivamente dalla superficie. Inoltre è una sostanza tossica che non va assolutamente inalata.

Continua la lettura
57

Asciugare con l'aria compressa e reinserire la scheda

Quando terminiamo di pulire i contatti di una scheda elettronica, dobbiamo prestare molta attenzione. La scheda non va assolutamente reinserita nell'apparecchio se prima non risulta completamente asciutta. Soprattutto se abbiamo utilizzato acqua e sapone neutro per la detersione, dobbiamo asciugare i circuiti con l'aria compressa. Solitamente troviamo delle bombolette spray presso i rivenditori di accessori per computer. Basta inserire la cannuccia in dotazione nell'imboccatura dello spray e premere il pulsantino. Manteniamo in posizione verticale la bomboletta, senza esagerare con l'intensità dello spruzzo. Attendiamo ancora un paio di giorni per un'asciugatura ottimale della scheda. Infine reinseriamola e fissiamo nuovamente le viti. Prima di utilizzare nuovamente il dispositivo elettronico, è di vitale importanza controllare lo stato di asciugatura dei circuiti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare esclusivamente l'aria compressa per l'asciugatura dei circuiti, poiché non lascia residui.
  • Per una detersione più efficace delle schede si può ricorrere ai lavaggi in lavastoviglie.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come pulire la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica, fin dalla sua prima comparsa, è stata vista come una valida alternativa al fumo di sigaretta e di altri tabacchi lavorati. Un'alternativa talmente promettente, da travolgere letteralmente il mercato di settore, europeo e non...
Elettronica

Come montare il processore sulla scheda madre

I raffreddatori avvitabili risolvono il problema dei perni di plastica fragili e dei quattro punti di deformazione della scheda madre utilizzando viti e una piastra di supporto che distende il carico. Questa maggiore sicurezza e protezione della scheda...
Elettronica

Come ricaricare il liquido di una sigaretta elettronica

La guida che verrà sviluppata nei passi che seguiranno questa breve introduzione, si concentrerà sulla tematica della sigaretta elettronica e, più precisamente, sul liquido di ricarica. Infatti, cercheremo di darvi delle informazioni utili relative...
Elettronica

Come riparare una scheda madre

Il successo nella riparazione di una scheda madre dipende dal tipo di guasto che si verifica. Spesso infatti non è facile ripararla ed è necessario rivolgersi a persone competenti, tuttavia con questa guida vi sarà spiegato come riparare alcuni tipi...
Elettronica

Come formattare una micro scheda SD

La micro scheda SD è una scheda di memoria di piccole dimensioni, che permette l'archiviazione di dati sugli smartphone. Sempre più spesso si preferisce mettere i propri dati su un supporto esterno, dato che si possono recuperare più facilmente in...
Elettronica

Come amplificare una batteria elettronica

Ogni strumento facente parte in un gruppo musicale o in una band, assume un ruolo specifico: quello della batteria ha notevole importanza, in quanto determina l'insieme armonico tra strumenti e ritmica. È quindi necessario che la sua acustica e la sua...
Elettronica

Elettronica digitale: il flip-flop

Il flip-flop rappresenta un dispositivo di tipo digitale adoperato in elettronica per memorizzare il bit in ingresso (0) o in uscita (1). I flip-flop vengono detti anche multivibratori a doppia stabilità o semplicemente multivibratori bistabili. Si tratta...
Elettronica

Come recuperare le foto da una scheda di memoria

Quante volte vi sarà capitato di cercare di una foto e di accorgervi che è stata cancellata per sbaglio? Magari ve ne siete accorti solo dopo aver formattato la scheda di memoria del vostro smartphone o della fotocamera. La soluzione migliore è sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.