Come renderizzare un oggetto in 3D Studio Max 2012

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Grazie alle nuove tecnologie, possiamo riuscire a realizzare sistemi sino a quel momento sconosciuti, la creatività farà da artefice per avere un risultato all'altezza delle nostre aspettative. In questa piccola guida cerchiamo insieme di capire: Come renderizzare un oggetto in 3d Studio Max 2012, non spaventiamoci sono termini che andremo a riconoscere col tempo e con un po di studio di programmi software, capiamo quali sono i passaggi basilari per ottenere un rendering di una anonima scena utilizzando tale programma. Avere una predisposizione organizzativa è utile per impostare in modo preciso ed efficace.

26

Occorrente

  • Windows
  • 3d Studio Max 2012
36

Teniamo presente che la fonte del risultato è conoscere il funzionamento delle importanti funzioni fornite dal programma, nonchè le luci e i materiali che fanno da madre per renderizzare un oggetto l'obiettivo è ottenere un risultato realistico e nitido, cominciare con l'avviare il programma e aprire il file che si vuole utilizzare (quello con estensione ". Max") cliccando sullo stesso, oppure la funzione "Open" del menu principale, l'oggetto apparirà con il colore già impostato dal sistema a questo punto si deve scegliere il motore di render (è quello che andremo ad utilizzare).

46

Non intimidiamoci da nomi e passaggi indecisi, tutto si risolverà a nostro gusto e fantasia, continuiamo a selezionare sulla barra principale "Render" successivamente sull'opzione "Render Setup", abbiamo delle alternative come la scelta del tasto (F10) cliccando sul comando"Common" selezionando l'opzione "Assign Renderer", dove sarà possibile scegliere il motore di render andando alla voce " Production". Il piacere sarà tale che continueremo con semplicità in quanto il programma propone un motore preimpostato modificabile in base all'esigenza e all'abilità di ognuno di noi.

Continua la lettura
56

Dobbiamo riconoscere che il motore di render più personalizzabile tra le varie opzioni selezionabili è "Mental Ray Renderer", a questo punto possiamo chiudere la finestra tornando re alla schermata principale e iniziare impostando l'aspetto legato all'illuminazione, anche qui il sistema ci offre diverse soluzioni adeguandole all'ambiente scelto che sia all'esterno poniamo un modello utilizzando la funzione "Daylight" (situata sul menu "System", sotto l'opzione "Create", comparirà sullo schermo una rosa dei venti importante per regolarizzare l'angolatura, insomma un "Yes" finale vuol dire ce l'ho fatto il punto luce è armonioso, l'angolatura perfetta è la soddisfazione totale.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come ruotare l'inquadratura di un oggetto in 3ds max

La grafica 3D ormai è diventata un'arte che si sta diffondendo sempre di più in svariati ambiti, dall'architettura all'animazione, ed è un mondo che affascina i giovani che ogni giorno vi si affacciano intraprendendo lo studio di diversi programmi....
Windows

Come spostare un oggetto in 3ds max

Uno dei migliori programmi di grafica e renderizzazione è sicuramente 3ds Max: si tratta di un programma che, se studiato a dovere, si può ottenere anche un attestato riconosciuto a livello internazionale. Tale programma non solo consente di realizzare...
Windows

Come renderizzare un video

Renderizzare o fare rendering è un termine tecnico apparentemente complesso. Si utilizza nei montaggi video, per il ridimensionamento dei fotogrammi ed il cambiamento di formato. I redering sono figure 3d, oggetti, o altri contenuti multimediali. Su...
Windows

Come creare una sfera in 3DStudio Max

3DStudio Max è un programma di grafica vettoriale tridimensionale realizzato da Autodesk impiegato per creazioni 3D. Questo programma vi permetterà di sperimentare la vostra fantasia, infatti è possibile modificare o aggiungere qualsiasi solido fino...
Windows

Come utilizzare 3D Poli con Autocad 2010

Vediamo in questa guida un comando esistente del programma autocad 2010: il comando 3D poli. Si tratta di uno dei comandi che puoi trovare nel famoso e utile programma autocad 2010 il quale ti consente di riuscire a creare una polilinea in 3d, cioè tridimensionale....
Windows

Come preparare modelli 3D per le prove di sartoria

Come nella realtà prima di acquistare un abito lo proviamo una e due e tre volte, oggi anche per creare e applicare abiti ai modelli in 3D possiamo effettuare prove di sartoria prima di confermare le nostre scelte. In questa breve guida andremo ad analizzare...
Windows

Come utilizzare il comando Trancia 3D con il programma Autocad 2010

Il comando trancia 3D (da non confondere con trancia 2D) presente nel software chiamato Autocad (versione del 2010) consente di creare la sezione di un solido; si tratta di un'operazione abbastanza semplice da compiere, difatti sarà sufficiente seguire...
Windows

Come realizzare gratis disegni 3D

I disegni in 3D consentono di visualizzare un'idea nelle 3 dimensioni, permettendoci di verificare se quello che è stato pensato rappresenta ciò che effettivamente volevamo. I disegni in 3D vengono utilizzati in svariati settori e per moltissimi utilizzi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.