Come ricaricare il liquido di una sigaretta elettronica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La guida che verrà sviluppata nei passi che seguiranno questa breve introduzione, si concentrerà sulla tematica della sigaretta elettronica e, più precisamente, sul liquido di ricarica. Infatti, cercheremo di darvi delle informazioni utili relative a come ricaricare il liquido all'interno di una sigaretta elettronica. I passaggi che dovrete compiere sono facili, ma dovranno essere compiuti senza eccessiva fretta e con la giusta precisione, per non rischiare di danneggiare nessuna componente.

28

Occorrente

  • Sigaretta elettronica
  • Ricarica per liquido
  • Boccetta con ago
38

Lo smontaggio delle componenti

Prima di tutto, una volta che avrete preso la vostra sigaretta elettronica, dovrete incominciare svitando il tappo che preserva l'igiene, per poi rimuovere il drip tip dall'atomizzatore, e anche la cover che lo protegge. A questo punto, svitiamo l'atomizzatore e mettiamo da parte la batteria della sigaretta elettronica.

48

La rimozione dell'ago per la ricarica

Quando avrete terminato di caricare fino a un livello di sufficienza il liquido (valore che varia in base alle esigenze personali del fumatore), potrete rimuovere l'ago dal foro e, per terminare, rimontate le componenti della sigaretta elettronica e siamo pronti di nuovo a fumare in digitale!

Continua la lettura
58

Le diverse tipologie di liquidi

Ci sono altre particolarità che andrebbero valutate, come le diverse tipologie di liquidi che vengono messi in vendita per le sigarette elettroniche. Possiamo fare una sorta di classificazione in base a diversi criteri. Per esempio, possiamo classificare in base alla quantità di nicotina presente: abbiamo tre livelli, tre gradazioni differenti per i liquidi, che partono da 0 milligrammi, fino ad arrivare a 9 milligrammi e 18 milligrammi. Di solito un fumatore accanito inizia sempre da 18 per continuare ad avere quella sensazione che aveva con le sigarette tradizionali. La seconda e ultima suddivisione viene fatta per il gusto. Infatti, la grande particolarità dei liquidi delle sigarette elettroniche è l'infinita scelta del gusto utilizzabile come liquido, si può trovare veramente ogni tipo di gusto!

68

La ricarica della sigaretta elettronica

In ultima analisi, vorrei occuparmi delle ricarica della sigaretta elettronica. Per incominciare, dovrete prendere la vostra boccetta e l'ago con il liquido che viene scelto dal fumatore, per poi poter andare a inserire una goccia di liquido scelto all'interno del foro centrale dell'atomizzatore. Inseritene solo una goccia, mi raccomando! Poi, per completare la vera e propria ricarica, inseriamo l'ago nel foro più piccolo a lato del foro centrale situato sempre nella parte superiore dell'atomizzatore. Dopo averlo localizzato e inserito facendo un po' di pressione su questo piccolo foro, cominciamo a premere sulla boccetta del liquido per far defluire il liquido all'interno dell'atomizzatore.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire queste operazioni con molta calma e senza forzare i componenti della sigaretta elettronica
  • Eseguire queste operazioni per sicurezza con la batteria della sigaretta elettronica spenta
  • Non riempire mai l'atomizzatore più del 90% della sua portata
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

L'evoluzione della sigaretta elettronica

Quando la sigaretta elettronica esordì fece storcere il naso a molti. I suoi costi iniziali erano molto elevati e la qualità era scarsa. Secondo molti il suo futuro era perciò già segnato. Oggi invece è possibile trovare nelle grandi città e non...
Elettronica

Come ricaricare batterie non ricaricabili

Al giorno d'oggi sembra trascorsa un'eternità da quando erano presenti le batterie gettate nel cassonetto dopo il loro utilizzo, perché ormai giunte al termine della loro vita. Inoltre, possiamo ricordare l'avvento delle pile ricaricabili, anche se...
Elettronica

Come ricaricare le cartucce del plotter

Il plotter è un dispositivo in grado di stampare disegni o grafici ad alta risoluzione. È particolarmente adatto per effettuare la stampa di prospetti e progetti nel campo architettonico, meccanico, geometrico e quant'altro. Al giorno d'oggi è anche...
Elettronica

Le nanotecnologie per l'elettronica

La nanotecnologia è la scienza, l'ingegneria e la tecnologia condotta su scala nanometrica dal fisico Richard Feynman, che è considerato il vero e proprio padre delle nanotecnologie. Le nanoscienze e le nanotecnologie sono lo studio e l'applicazione...
Elettronica

Come amplificare una batteria elettronica

Ogni strumento facente parte in un gruppo musicale o in una band, assume un ruolo specifico: quello della batteria ha notevole importanza, in quanto determina l'insieme armonico tra strumenti e ritmica. È quindi necessario che la sua acustica e la sua...
Elettronica

Elettronica digitale: il flip-flop

Il flip-flop rappresenta un dispositivo di tipo digitale adoperato in elettronica per memorizzare il bit in ingresso (0) o in uscita (1). I flip-flop vengono detti anche multivibratori a doppia stabilità o semplicemente multivibratori bistabili. Si tratta...
Elettronica

Come riparare la scheda elettronica della lavastoviglie

Le lavastoviglie sono presenti in commercio in designer, stili e colori differenti; sono molto utili soprattutto per chi lavora. Le lavastoviglie sono tutte accomunate da una scheda elettronica, che ne consente l'utilizzo e in cui sono presenti i comandi,...
Elettronica

Elettronica digitale: il multiplexer

Uno degli elementi logici, o, meglio, dei macroelementi logici molto utilizzati in elettronica digitale è il multiplexer. Dico macroelemento perché questa funzione è realizzabile non con una semplice porta logica AND od OR ma con un circuito comprendente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.