Come rimuovere l'elettricità statica

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

L'elettricità statica è causata da una distribuzione ineguale della carica elettrica tra due corpi. Il fenomeno più facilmente osservabile è lo scoccare di una scintilla, che può causare anche l'avvertimento di una piccola scossa. Questo tipo di elettricità, non solo si genera tra due corpi ma anche a causa di alcune condizioni ambientali. L'elettricità statica è l'accumulo di una carica elettrica in un luogo particolare. Alcuni materiali sopra o vicino al corpo, in particolare: vetro, capelli e alcuni tessuti, lasciano facilmente gli elettroni. Una piccola quantità di attrito, ripetuta nel tempo, può provocare una significativa perdita di elettroni e una carica positiva netta. È probabile che un tale materiale caricato attiri una corrente elettrica, che sentiamo come lo shock statico, o scarica elettrostatica, quando si costruisce in eccesso di circa 3.000 volt o più. Ecco dunque come rimuovere l'elettricità statica.

210

Occorrente

  • Grucce in metallo
  • Phon dotato di emettitore di ioni
  • Lacche, gel e lozioni per capelli
  • Umidificatore
  • Spray antistatico
  • Cappelli in cotone
  • Braccialetti antistatici
  • Acqua nebulizzata
310

Trasferimento degli elettroni

Innanzitutto, è necessario evitare il contatto con corpi in movimento, poiché, a causa della forza di attrito, gli elettroni possono trasferirsi dalla superficie di un oggetto ad un altro. Una delle cause del trasferimento di elettroni può essere ad esempio uno sfregamento. Sfregare le scarpe su un tappeto potrebbe causare un accumulo di elettricità statica.

410

Rimozione dell'elettricità statica

Per rimuovere l'elettricità di un capo d'abbigliamento prima di indossarlo, basta far scorrere un oggetto i metallo al suo interno. Potremmo utilizzare, ad esempio, un gruccia di metallo, ma anche un qualsiasi altro oggetto in questo materiale. Tra le proprietà del metallo, infatti, vi è proprio la capacità di scaricare l'elettricità.

Continua la lettura
510

Utilizzo di uno spray antistatico

Un pratico esperimento è realizzabile con le nostre scarpe da ginnastica, la cui suola è generalmente realizzata in materiale sintetico, ottimo conduttore di elettricità, Effettuare delle prove, sfregando le scarpe contro un tappeto, è utile per verificare quale tipo di suola tende ad accumulare una quantità maggiore di elettricità. Acquistare uno spray antistatico e spruzzarne un po' sui tappeti o sulle moquette è un altro rimedio contro l'elettricità statica.

610

Applicazione di lozioni

Prima di pettinare la nostra chioma, che è un generatore di corrente, inumidiamoli con le mani bagnate e per asciugarli, utilizziamo un phon dotato di un emettitore di ioni, che consenta di ridurre l'elettricità statica. Un altro metodo per eliminare l'elettricità è quello di spruzzare sulla spazzola per capelli un po' di acqua nebulizzata oppure applicare sui capelli lacche, gel e lozioni. Inoltre, è bene indossare cappelli di cotone e non di lana, poiché essa genera attrito, producendo elettricità.

710

Installazione di un deumidificatore

L'ambiente in cui ci si trova è anch'esso possibile causa della creazione di elettricità statica. Rendere l'ambiente più umido, tramite l'installazione di un umidificatore potrebbe essere un buon rimedio. Le cariche elettrostatiche, infatti, tendono ad accumularsi in luoghi secchi (ad esempio quelli con aria condizionata o riscaldamenti). Un altro metodo per evitare il problema della scossa da elettricità statica, può essere quello di acquistare un braccialetto antistatico.

810

Impiego di un deumidificatore

È possibile prevenire l'accumulo di elettricità statica nell'organismo, aumentando il livello di umidità, con l'applicazione di una crema idratante sulla pelle secca o utilizzando uno ionizzatore. L'aria fredda e secca è un buon conduttore per gli elettroni e consente all'attrito di creare un accumulo statico. Uno ionizzatore utilizza una piccola corrente elettrica per riequilibrare gli elettroni persi e quindi impedire la formazione di elettricità statica.

910

Rimozione dei componenti elettronici

Spegniamo il computer prima di scaricare l'elettricità statica. Con una corrente di elettricità che attraversa la macchina, la probabilità di danni al computer o a noi stessi aumenta notevolmente. Ricordiamoci che non è la tensione pura che causa l'elettrocuzione ma è la corrente che lo fa. Conserviamo la RAM, i processori, le schede di espansione, ecc. Nelle borse antistatiche, finché non siamo pronti ad installare i singoli componenti. Le borse sono progettate per conservare in modo specifico il componente dall'accumulare qualsiasi elettricità statica. Quando si rimuovono o installano i componenti, maneggiamoli sui bordi lontano dai connettori o dai pin in cui l'elettricità viene normalmente trasmessa al dispositivo. Lasciamo sempre che i componenti raggiungano la temperatura ambiente prima di installarli. L'elettricità statica si accumula più velocemente quando è fredda e secca.

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di indossare materiali sintetici
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come calcolare la potenza elettrica consumata

Determinare quanta elettricità consumano gli elettrodomestici può aiutare a capire come risparmiare. È molto importante stimare la quantità di energia elettrica che un apparecchio utilizza e quanto sono i costi, in modo da poter decidere se investire...
Elettronica

Come sostituire un condensatore guasto

Il condensatore è l'elemento principale dell' impianto di climatizzazione dell'automobile., il quale ha la funzione di rimuovere l'aria calda e condensare il gas prima che quest'ultimo passi nell'evaporatore. Agenti esterni come lo sporco, i detriti...
Elettronica

Come collegare due deviatori a un punto luce

Quando nel proprio appartamento, studio, box si hanno degli ambienti molto dispersivi o lunghi corridoi, può essere utile e funzionale avere a disposizione due interruttori collegati a un lampada. Questo escamotage permette di avere sempre vicino l'interruttore...
Elettronica

Come recuperare un apparecchio con pile ossidate

A volte può capitare di non rimuovere le pile da un apparecchio elettrico. Con questa dimenticanza, possiamo provocare danni seri. Con il tempo infatti le pile ossidate perdono l'acido contenuto al loro interno, danneggiando tutti i circuiti elettrici...
Elettronica

Come progettare un quadro elettrico

Un quadro elettrico generalmente è costituito da un insieme di componenti fondamentali per il funzionamento del circuito stesso e la sua dotazione varia a seconda dell'ampiezza della casa. Per la realizzazione di un quadro elettrico che risulti funzionale,...
Elettronica

Come riparare la lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico che è entrata a far parte delle case degli italiani in tempi recenti, ma di cui presto non si è più potuto fare a meno. Se un tempo le lavastoviglie venivano messe sotto accusa, perché si riteneva sprecassero...
Elettronica

Come fare un interruttore per lampadina a pila

Quello dei circuiti elettrici è uno tra gli esperimenti che maggiormente si insegnano a scuola, studiando l'elettricità, le polarità e tutto ciò che ha scientificamente a che fare con essi. A moltissimi studenti delle scuole superiori, soprattutto...
Elettronica

Come eliminare i graffi su uno schermo LCD

La maggior parte degli schermi che usiamo quotidianamente, come quello del computer o del televisore, sono LCD. Questo tipo di schermo, che è andato a sostituire i vecchi display CRT (a tubo catodico), ha fondamentalmente due difetti: i pixel si bruciano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.