Come rimuovere un processore da una scheda madre

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il processore può essere considerato il cervello del computer. È, in termini pratici, un componente hardware preposto allo svolgimento delle istruzioni all'interno dello stesso. Gestisce, a seconda della potenza, un flusso di informazioni molto ampio ed è quindi necessario che sia sempre posto nelle condizioni di funzionare al meglio. Talvolta può subire guasti o può essere necessario sostituirlo per puro piacere, quindi di seguito vediamo approfonditamente come rimuovere un processore da una scheda madre. Le operazioni che andremo a spiegare non sono complicate, ma richiedono solo cura e attenzione nel maneggiare alcune componenti.

27

Occorrente

  • Computer
  • Set di cacciaviti
37

Generalmente questa operazione è richiesta da molti possessori di pc fissi, ma le fasi da seguire sono le medesime anche sui portatili, in quanto la dotazione hardware è la stessa. Per prima cosa è bene individuare dove si trovi fisicamente il processore. In aiuto ci può venire il manuale d'istruzioni dello stesso, che dovrebbe indicarci, componente per componente, l'esatta ubicazione all'interno della nostra postazione. In particolar modo, in termini generali, il processore è situato sempre sotto un componente hardware chiamato "dissipatore", che di fatto copre una parte della scheda madre. La CPU (processore), infatti, si trova incastonata nella scheda madre del nostro computer, e per estrarla dobbiamo eseguire alcuni delicati passaggi.

47

La ventola, con relativo dissipatore, che troviamo collegata alla scheda madre ha il compito di raffreddare quest'ultima durante la fase di funzionamento, per evitarne il surriscaldamento. Il primo passo, quindi, consiste nello scollegare ventola e dissipatore dalla scheda madre, avendo cura di tirare i cavi con delicatezza. Alcune componenti potrebbero presentare differenze da pc a pc, ma essenzialmente le operazioni da eseguire sono sempre le stesse. Molti processori presentano la ventola avvitata alla base della scheda madre: in questo caso è necessario munirsi di appositi cacciaviti in grado di estrarla dal proprio alloggiamento. Altre ancora sono semplicemente fissate da morsetti o linguette facilmente rimovibili. Bisogna operare con cura perché le componenti che trattiamo sono delicate e potrebbero danneggiarsi, pregiudicando il corretto funzionamento del processore.

Continua la lettura
57

Arrivati a questo punto, non resta che applicare una leggera forza alla levetta che tiene il processore ancorato alla scheda madre, ed estrarlo. La CPU è facilmente riconoscibile perché generalmente presenta il proprio codice a lato. Sulla parte superiore è cosparso di una particolare pasta termica, appliicata al momento dell'assemblaggio. Se si vorrà installarne un altro dovranno essere eseguite tutte le operazioni a ritroso, ricordandosi di passare della pasta termica sul nuovo processore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Maneggiare con estrema cura tutte le componenti all'interno del computer
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come riparare una scheda madre

Il successo nella riparazione di una scheda madre dipende dal tipo di guasto che si verifica. Spesso infatti non è facile ripararla ed è necessario rivolgersi a persone competenti, tuttavia con questa guida vi sarà spiegato come riparare alcuni tipi...
Elettronica

Come assemblare un processore

Il processore, noto anche come CPU, sigla di central processing unit, è una parte essenziale e non facoltativa di ogni computer. Mettendola in termini semplicistici si tratta di un chip preposto al funzionamento basilare di ogni parte del computer, il...
Elettronica

Come formattare una micro scheda SD

La micro scheda SD è una scheda di memoria di piccole dimensioni, che permette l'archiviazione di dati sugli smartphone. Sempre più spesso si preferisce mettere i propri dati su un supporto esterno, dato che si possono recuperare più facilmente in...
Elettronica

Come pulire i contatti di una scheda elettronica

Le schede elettroniche sono dei componenti fisici che permettono il funzionamento di numerosi apparecchi. Dai computer ai lettori DVD e Bluray, passando per gli smarthphone e le classiche radioline portatili, tutti i dispositivi elettronici risultano...
Elettronica

Come recuperare le foto da una scheda di memoria

Quante volte vi sarà capitato di cercare di una foto e di accorgervi che è stata cancellata per sbaglio? Magari ve ne siete accorti solo dopo aver formattato la scheda di memoria del vostro smartphone o della fotocamera. La soluzione migliore è sempre...
Elettronica

Come riparare la scheda elettronica della lavastoviglie

Le lavastoviglie sono presenti in commercio in designer, stili e colori differenti; sono molto utili soprattutto per chi lavora. Le lavastoviglie sono tutte accomunate da una scheda elettronica, che ne consente l'utilizzo e in cui sono presenti i comandi,...
Elettronica

Come Recuperare Le Immagini Eliminate Da Una Scheda Di Memoria

Al giorno d'oggi, tutti possediamo una fotocamera digitale in casa e a chi non è successo almeno una volta di cancellare erroneamente le immagini, premendo accidentalmente l'utile nonché pericoloso pulsante "Elimina"? Se anche voi avete involontariamente...
Elettronica

Come aumentare la memoria di una scheda SD

Quando si compra un nuovo dispositivo digitale, sia che si tratti di un telefonino, sia che si tratti di una macchina fotografica digitale, ciò che serve è un supporto esterno dove poter memorizzare foto, video o altri tipi di file, e che sia di dimensioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.