Come ripulire Ubuntu dai file inutili

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Si stanno diffondendo sempre di più dei sistemi operativi alternativi a Windows. Quest'ultimi infatti il più delle volte sono bastati su Linux. Tra le distribuzione Linux più diffuse e utilizzate nel mondo dell'informatica, troviamo senza ombra di dubbio Ubuntu. Questo si distingue dagli altri per la facilità di utilizzo e per la stabilità del sistema. Per migliorarne le prestazioni nel corso del tempo, è bene eseguire determinate operazioni che non sempre sono alla portata e alla conoscenza di tutti. In questa guida vedremo, attraverso dei passi semplici e chiari, come poter eseguire un'operazione di questo genere. Infatti vedremo come poter ripulire Ubuntu dai file inutili.

26

La prima azione di pulizia potrà essere effettuata rimuovendo font inutilizzabili che occupano spazio e memoria. Impartire da terminale il seguente comando per verificare quali set di caratteri possono essere eliminati:
dpkg -l | grep ii| awk '{print $2}' | grep ttf

Rimuovere quelli appartenenti a scritture alfabetiche estranee con il comando:
sudo apt-get remove ttf-punjabi-fonts (e via di seguito).

36

Disinstallare i vecchi kernel, effettuando prima una verifica della versione in uso:
sudo uname -r
dpkg --get-selections | grep linux-image

Rimuovere i pacchetti obsoleti con:
sudo apt-get purge linux-image-x. X. X. X-x-generic linux-image-extra-x. X. X.-x-generic

Prestare attenzione a non eliminare il kernel corrente. L'operazione libererà centinaia di MB dal disco e dovrebbe essere effettuata a cadenza regolare, perché gli aggiornamenti del kernel sono molto frequenti.

Continua la lettura
46

Da Synaptic, collaudatissimo gestore di pacchetti e di sorgenti software, controllare la lista di quelli installati, selezionare ciò che è superfluo e rimuovere. È un passaggio noioso, ma necessario.
Apache, se la macchina su cui si lavora non è un server, è bene eliminarlo, anche per ragioni di sicurezza, così come MySQL.
Disabilitare gli effetti grafici come Compiz, poiché occupano risorse hardware preziose, a meno che non si abbia un elaboratore molto potente.

56

Eseguire una regolare pulizia della cache di Apt, presente nella cartella /var/cache/apt/archives/ con:
sudo apt-get clean

Tutti gli archivi deb scaricati e installati da Synaptic verranno rimossi. Il comando non restituirà alcun output, ma l'azione sarà stata effettuata.

66

Infine, installare un programma che consenta di disattivare i processi eseguiti all'avvio del sistema: Boot-Up Manager.
Da shell digitare:
sudo apt-get install bum

e poi
sudo bum
per avviare l'utilità e deselezionare i servizi non necessari.
Con questi accorgimenti la postazione Linux sarà sicuramente più snella e veloce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Linux

Come convertire file audio su ubuntu

La conversione dei file audio è una pratica ormai di uso comune tra coloro che possiedono un personal computer. Inoltre moltissimi utenti stanno attualmente effettuando quello che gli internauti "navigatI" chiamano "migrazione", ovvero il passaggio dai...
Linux

Come creare e mostrare file e cartelle nascoste in Ubuntu

Ubuntu è un sistema operativo dal curioso nome in lingua zulu, di distribuzione Linux. Caratterizzato da una estrema semplicità di utilizzo, vide la propria commercializzazione sul mercato a partire dal mese di Ottobre dell' anno 2004. Ecco una breve...
Linux

Come eseguire file .exe su Ubuntu

Quando si parla di Ubuntu, ci si riferisce a quel sistema operativo, nato nel 2004 da un'espansione di Linux, e che deve il suo nome alla filosofia di origine africana, che vede alla base del suo pensiero, la condivisione di una benevolenza universale...
Linux

Come associare un'applicazione custom ad un tipo di file in Ubuntu

In Ubuntu Linux ogni archivio è associato ad un'applicazione predefinita dal sistema, sia che nell'ambiente desktop Gnome che KDE.A differenza di Windows, non è necessario che un file abbia una certa estensione affinché il sistema lo possa eseguire...
Linux

Come installare i file tar.gz su Ubuntu

I sistemi operativi, sono dei particolarissimi software che ci permettono di utilizzare facilmente, mediante delle interfacce grafiche i computer. Questi programmi traducono le intenzioni degli utenti, in istruzioni per il computer, in questo modo per...
Linux

Come cancellare i file o le directory attraverso il terminale di Ubuntu

Il mondo di linux ha la triste (ed erronea) fama di essere difficile da comprendere e risultare inutilizzabile dalla maggior parte degli utenti medi di computer; questo è un pregiudizio che deve essere eliminato, perché il funzionamento del sistema...
Linux

Come funziona Marlin per Ubuntu

Oggi vogliamo analizzare insieme a tutti i nostri lettori, alcuni dei software e file manager, che si possono installare sui sistemi operativi, diversi dai classici a cui siamo abituati. Per esempio cercheremo di analizzare per bene Ubuntu ed in particolar...
Linux

Installare temi di icone su Ubuntu

Al momento i due principali sistemi operativi che possiamo trovare installati di default sono Windows e IOS dell'Apple, ma oltre a questi due (che forse sono quelli più conosciuti) ne possiamo scaricare e installare altri sul nostro computer, uno di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.