Come salvare un disegno in AutoCad

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Questa guida ha lo scopo di indirizzare l'utente a salvare, in pochi e semplici passi, un disegno in AutoCad. Partiamo da un breve cenno al primo e più utilizzato software CAD, acronimo di computer aided design, sviluppato per pc, ed ormai in uso da più di trent'anni per produrre disegni bidimensionali o tridimensionali in diversi ambiti: ingegneristico, meccanico, architettonico, ecc... Ad oggi le versioni del software sono ben 19, senza considerare le release minori. Il disegno prodotto con AutoCad è di tipo vettoriale: questo particolare formato permette di ingrandire o ridurre le immagini prodotte senza alcuna perdita di qualità e sempre alla massima risoluzione consentita. Vediamo, allora, come fare.

27

Occorrente

  • Software AutoCad
37

I disegni generati con AutoCAD vengono salvati in formato DWG ma possono essere esportati diversi altri tipi di formati, tra cui il più comune è il DXF, considerato uno standard per l'interscambio di dati CAD tra diverse applicazioni. È buona norma, quando si apportano modifiche ad un disegno, salvarlo spesso. Il salvataggio, oltre ad essere un'operazione molto rapida, impedisce la perdita dei dati nel caso in cui dovesse verificarsi un'accidentale interruzione di corrente o qualsiasi altro inconveniente tecnico; permette altresì di riprendere un lavoro in qualsiasi momento.

47

Gli step da seguire per effettuare un salvataggio non sono molti, bisogna aprire il menu “File”, fare click sulla voce “Save As" ed a questo punto si aprirà una finestra, dove scegliere il percorso in cui salvare il file ed il nome da attribuirgli. In questo frangente l'unica regola da rispettare è che il nome del file, comprensivo del percorso scelto, abbia la lunghezza massima di 256 caratteri: il funzionamento, in pratica, è equivalente a quello di una normale finestra di esplora risorse di Windows. Una volta selezionato il percorso e scelto il nome del file, possiamo selezionare il formato desiderato: di default AutoCad propone DWG, a questo punto facendo click sul tasto Save, il file viene memorizzato nel percorso scelto; prestate però attenzione al fatto che il file non viene chiuso bensì rimane attivo ed è possibile continuare a modificarlo.

Continua la lettura
57

Per salvare ulteriori modifiche apportate al disegno, dopo aver effettuato il primo salvataggio, basterà fare click sulla voce “Save”, sempre nel menù “File”: in questo modo il disegno, al quale è già stato attribuito un nome, verrà aggiornato. Se invece si volesse salvare una porzione di disegno è possibile utilizzare "Blocco" o "MBlocco". Questi comandi consentono di selezionare l'oggetto e salvarlo come blocco (che in parole semplici identifica una porzione del disegno), accompagnato da una breve descrizione. Lo scopo del salvataggio di un blocco è quello di poter richiamare in qualsiasi momento ogni singola porzione distintamente, ed inserirla all'interno di un altro progetto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come utilizzare il comando testo multilinea di AutoCad

Per creare e gestire dei testi eccessivamente lunghi, di uno o anche più paragrafi, in AutoCAD è possibile utilizzare il comando "Testo multilinea". Si tratta di un avanzato strumento di testo pensato appositamente per l'inserimento di note ed etichette...
Windows

Come utilizzare il comando taglia di AutoCad

La nascita e lo sviluppo del programma AutoCad ha rappresentato una grande svolta e rivoluzione non solo per quanto riguarda il disegno, l'architettura e il design in generale, ma anche e sopratutto per tutti coloro che lavorano quotidianamente con progetti,...
Windows

Come cercare una parola in AutoCad

Un programma sempre più diffuso ed utilizzato dai disegnatori e dai tecnici è rappresentato da AutoCad, che consiste in una vera bomba e propria per la sua precisione e per la sua semplicità di utilizzo. Occorre tutta via tenere in considerazione che...
Windows

Come utilizzare il comando punto di AutoCad

Il punto è un oggetto semplice, utilizzato raramente nei disegni di AutoCad, soprattutto con l'applicazione di essere un indicatore. Può essere generato in modo involontario con il comando "Dividi", per esempio quando si vogliono ottenere intervalli...
Windows

Come utilizzare il comando sposta di AutoCad

Il comando sposta di AutoCad consente di spostare uno o più oggetti da una posizione iniziale ad una posizione finale all'interno dell'area di lavoro. Possiamo immettere il valore di questa distanza rispetto ad un punto definito dall'utente o posizionare...
Windows

Come disegnare un solido su AutoCad

Da decenni, ormai, AutoCAD rappresenta, la migliore delle applicazioni riguardanti la progettazione architettonica e/o ingegneristica utilizzati per disegnare sia in due, che in tre dimensioni. Si tratta di un programma di grande complessità, che può...
Windows

Come utilizzare il comando estendi di AutoCad

AutoCAD è il primo software per computer CAD, acronimo di computer aided design, che significa progettazione assistita dall'elaboratore. Viene utilizzato soprattutto in campo meccanico, ingegneristico o architettonico e serve a produrre disegni di tipo...
Windows

Come utilizzare il comando cima di AutoCad

Se desiderate imparare a smussare gli angoli con il famoso e potente software "AutoCAD", sarà necessario imparare ad impiegare il comando "Cima", attraverso il quale diventa tutto abbastanza facile e immediato, anche per coloro che hanno cominciato da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.