Come sfocare lo sfondo con Photoshop

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tempo fa, scattare foto che avessero effetti particolari, come la sfocatura sullo sfondo, e moltissimi altri, richiedeva una grande abilità, innanzitutto perché il rullino finiva e le foto erano limitate, ma poi, soprattutto, perché non c'erano ancora programmi come photoshop che permettono, anche a fotografi amatoriali, di trasformare una normalissima foto in un capolavoro. Le foto possono essere trasformate in mille modi con questo programma ma, in questa guida, ci occuperemo di capire come riuscire a sfocare lo sfondo di una foto, usando Photoshop di Adobe.

24

Trasferimento dei file.

Il primo passaggio fondamentale è, ovviamente, il trasferimento dei file. Per far ciò, bisogna trasferire i file dalla memory card della propria macchina fotografica digitale sul proprio computer. Si deve lanciare dal proprio menu Photoshop, cliccare nel menù opzioni "apri" e selezionare l'immagine che si desidera modificare.

34

Creazione del livello.

La creazione del livello è fondamentale per poter iniziare col piede giusto. La prima possibilità che si ha per sfocare lo sfondo della fotografia è quella di duplicarla in un nuovo livello in modo tale da provare tutte le combinazioni desiderate, variando ogni volta di intensità, per poi, una volta soddisfatti, sovrapporle al livello originale, ovvero l'immagine naturale, ed ottenere, quindi, un risultato più naturale possibile. Bisogna selezionare dal menu di strumenti a sinistra l'icona "sfoca" che ha come simbolo una goccia. A questo punto, non basta fare altro che selezionare i punti desiderati con il cursore ed applicare la sfocatura a diversi livelli di intensità.

Continua la lettura
44

Procedure più complesse.

Oltre al procedimento per livelli spiegato prima, esistono delle procedure differenti che però richiedono maggiore dimestichezza. Infatti le soluzioni che vengono descritte sono però per mani ferme ed esperte poiché si lavorerà sulla foto originale e sui contorni dei soggetti in primo piano. Si deve per prima cosa selezionare l'icona "lazo magnetico", e con questo strumento si dovrà tracciare, attentamente, i contorni di ciò che si vuole tenere al di fuori dalla sfocatura. Una volta stabilizzata la selezione si deve procedere con lo strumento "sfoca" all'esterno dei contorni tracciati. Se non avete una mano ferma, o comunque non vi sentite sicuri, esiste anche l'opportunità "bacchetta magica", poiché è uno strumento molto simile al lazo, ma funziona in modo automatico. Ovvero, utilizzando lo strumento e cliccando sulla zona che è di interesse tutelare dalla sfocatura, si potrà notare che solo alcune parti ne verranno preservate a discrezione di Photoshop e dei criteri di raggruppamento pixel. In ogni caso, è consigliabile procedere manualmente, se si vuole ottenere un risultato ben preciso, e poi, solo dopo aver completato il processi, applicare la "bacchetta magica" per pulire varie imperfezioni e sbavature.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come Evidenziare Ciò Che è In Primo Piano

Frequentemente capita che, scattando una foto, vi venga voglia di donarle un aspetto più professionale e caratteristico. Questo è possibile grazie a due importanti e comuni software: Photoshop e Gimp. Se possedete uno di questi programmi, sarete in...
Windows

Come truccare i volti con Photoshop

Non tutte le foto sono perfette, ma con Photoshop si può rendere una ragazza qualunque bella come una dea. Lo sanno bene le star del cinema! I trucchi di photoshop sono moltissimi, ma scopriamo assieme anzitutto come creare una base, rimuovendo imperfezioni...
Software

Photoshop: effetto dispersione

Photoshop offre numerose possibilità di modificare in maniera creativa le fotografie. Tra queste, di grande impatti visivo è l'effetto dispersione. Si tratta di un intervento sulla fotografia che permette di dare movimento e, allo stesso tempo, permette...
Software

Come realizzare l’Effetto Orton con Photoshop CC

L'effetto Orton è molto ambito ed utilizzato da tutti, grandi e piccini, esperti e non; nasce alla fine degli anni '80 da Michael Orton, un canadese che con la pellicola univa le diapositive di foto diverse con esposizioni differenti, con l'intento di...
Software

Come creare l' effetto "movimento" con Photoshop

Le novità del secolo, smartphone e social network hanno un po' distolto l'attenzione dalla fotografia vera e propria. Gli utenti sono ormai abituati ad immortalare attimi di vita, pietanze, fiori, vacanze e molto altro e condividere tutto ciò, in pochi...
Windows

Come invecchiare una foto con Photoshop

Adobe photoshop è un programma che ci permette davvero una vastissima gamma di modifiche apportabili alle foto, possiamo equalizzare semplicemente i colori o stravolgere l'immagine a nostro piacimento. Di photoshop si possono trovare in rete diverse...
Windows

Come usare la bacchetta magica in photoshop

Photoshop si tratta di un software utilizzato per modificare le fotografie. È molto noto nel settore dello spettacolo, per ritoccare i personaggi famosi che vengono immortalati per delle pubblicità. Inoltre rappresenta uno strumento che possono utilizzare...
Software

Come realizzare un fascio di luce realistico con Photoshop

Il famosissimo programma di foto-ritocco di casa Adobe ovvero Photoshop permette, anche a i meno esperti, di creare e modificare, anche in modo significativo, foto di tutti i generi. Questa particolare guida ci farà conosce come, in pochi e semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.