Come spostare un oggetto in 3ds max

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Uno dei migliori programmi di grafica e renderizzazione è sicuramente 3ds Max: si tratta di un programma che, se studiato a dovere, si può ottenere anche un attestato riconosciuto a livello internazionale. Tale programma non solo consente di realizzare rendering praticamente fotoralistici, ideale per chi realizza progetti sia di esterni che di interni, ma allo stesso tempo utilizzato anche da chi è immerso nel mondo della grafica e di quello cinematografico. Oltre i rendering tale programma consente di realizzare oggetti tridimensionale, svolgendo una modellazione con totale libertà. In questa guida vedremo come adoperare un comando piuttosto semplice, come spostare un oggetto.

28

Occorrente

  • Computer con prestazioni adeguate
  • Programma 3ds Max
38

Con il corso certificato si consegue anche un diploma di frequentazione Autodesk su 3DS Max. Il corso ufficiale su 3DS Max può essere frequentato senza particolari prerequisiti ma chiaramente sono quelli che hanno interesse nel mondo della grafica i più grandi dilettatori di questo programma. Sicuramente al primo posto vi sono gli architetti e i designer di interni e poi a seguire i grafici se non addirittura chi realizza e monta filmati cinematografici. Non per niente gran parte del film come Avatar o ancor prima Toy Story sono stati realizzati proprio con questo programma. È chiaro che per utilizzare un programma del genere è necessario essere muniti di un ottimo computer dalle prestazioni grafiche e dai processori piuttosto elevati.

48

Avviato il programma non ci resta che selezionare l'oggetto che si desidera spostare, in una delle quattro finestre di lavoro, tramite i vari tipi di comandi di selezione. Uno di questi è posto in alto nella barra degli strumenti standard, che nella versione 2010, ed è il quarto da sinistra, ed è chiamato "Select Object" nella versione inglese. Basta premere questo pulsante e premere sull'oggetto che si desidera selezionare.

Continua la lettura
58

Una volta selezionato l'oggetto desiderato, basta spostarsi in una delle finestre di lavoro: quella più comoda secondo le nostre esigenze. Ora non resta che far click sul pulsante "Select and Move", posto nella barra dei pulsanti standard (l'ottavo da sinistra, nella versione 2010), si noterà comparire sullo schermo degli assi cartesiani partenti dal centro del nostro oggetto. Bene, tramite queste frecce è possibile muoverlo.

68

Infatti, se si desidera farlo muovere seguendo l'asse delle x non resta altro che fare click sulla medesime freccia e così via anche per le altre tre direzioni. È molto utile aiutarsi cambiando ogni volta finestra di lavoro ed utilizzare quella più comoda. Inoltre, se andiamo in corrispondenza dell'origine di queste frecce, specialmente nella finestra delle tre dimensioni, è possibile spostare l'oggetto nelle 3 dimensioni contemporaneamente.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per questo programma è necessario una grossa quantità di allenamento per raggiungere degli ottimi risultati
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

I migliori software per il rendering 3D

Attualmente col termine rendering s' intende una resa grafica, cioè un'operazione posta in essere da un disegnatore per dare origine ad una rappresentazione di qualità di un oggetto o di una architettura (progettata o rilevata). Recentemente la parola...
Windows

Come adoperare Dividi con Autocad 2010

Durante la creazione di un disegno si può avere la necessità di dividere due segmenti o due oggetti creati precedentemente come un unico oggetto; per effettuare questa operazione di divisione con il programma Autocad 2010 puoi adoperare il comando chiamato...
Windows

Come aggiungere un grafico ai documenti con Word 2010

All'interno di questa breve guida, andremo a occuparci di Word 2010. Nello specifico, come avrete già avuto l'occasione di scoprire attraverso la lettura del titolo stesso di questa guida, andremo a concentrarci su Come aggiungere un grafico ai documenti...
Software

Come impostare la luminosità in ARTLANTIS

Artlantis è il nome che è stato dato ad un software informatico diffuso in tutto il mondo: questo sofwtare, che è stato prodotto dalla Abvent, viene comunemente utilizzato con il programma ArchiCAD. Artlantis è un software utilizzato per il rendering...
Software

Come realizzare un logo animato con After Effect

In questa guida ti spiegherò come realizzare un logo animato con After Effect. Infatti, devi sapere che After Effect, riesce a farti fare anche questo. Come saprai già con After Effect solitamente ci si occupa degli effetti speciali in un video. Ma...
Windows

Come fare un fotomontaggio con photoshop

Vi è mai capitato di dovervi recare a una festa di laurea, oppure a un addio al nubilato e di voler creare, per l'occasione, un fotomontaggio per fare uno scherzo al/alla festeggiato/a, ma non sapevate come fare? Forse ancora non siete in grado di adoperare...
Software

Come fare fotomontaggi con Photoshop

Vi è mai capitato di dovervi recare a una festa di laurea, oppure a un addio al nubilato e di voler creare, per l'occasione, un fotomontaggio per fare uno scherzo al/alla festeggiato/a, ma non sapevate come fare? Forse ancora non siete in grado di adoperare...
Software

Come disegnare una freccia con Autocad

AutoCad è uno dei software di progettazione più diffusi al mondo a livello professione. Si tratta essenzialmente di software che solitamente viene utilizzato per la creazione e il rendering di progetti architettonici o ingegneristici di grande portata....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.