Come tutelare la propria privacy su Linkedin

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Linkedin è ormai una rete sociale molto utilizzata. Gli utenti aumento giorno dopo giorno, tanto che ad oggi contiamo circa 500 milioni di utenti. Linkedin è una rete utilizzata soprattutto per scopi lavorativi e può essere considerata molto utile per chi cerca lavoro attraverso la consultazione di annunci e offerte di lavoro che vengono pubblicate da altri utenti. Una volta effettuata la registrazione entreremo in possesso di un profilo dove sono presenti le nostre informazioni. Ma chi può consultarle? Proprio per la grande utenza che possiede questa rete è bene come fare per tutelare la nostra privacy per evitare che il nostro profilo finisca sotto gli occhi sbagliati.

25

Esistono dei modi molto semplici per tenere sotto controllo il tuo profilo e scegliere chi può ottenere informazioni su di te. Il primo passo per proteggere il tuo profilo è scegliere chi può seguirti e chi può leggere le tue pubblicazioni. Spostando il puntatore sulla tua foto in alto a destra clicca dal menu a tendina che si aprirà, sulla sezione "Privacy e impostazioni" e successivamente clicca e su "Privacy". Da qui potrai gestire le nostre informazioni. Cliccando su "Modifica il tuo profilo pubblico" potrai scegliere se rendere privato o pubblico il tuo profilo e nel secondo caso potrai scegliere cosa mostrare del tuo profilo selezionando tra le voci.

35

Dopo aver fatto la tua scelta, tornando indietro puoi continuare a modificare la visibilità delle tue informazioni. Qui troveremo la possibilità, cliccando su "Chi può vedere i tuoi collegamenti?", di nascondere quelli che su Linkedin vengono chiamati "collegamenti" (una sorta di followers). Cliccando sulla voce "I tuoi collegamenti", potrai scegliere dal menu a tendina se continuare a rendere visibile a coloro che ti seguono il box dei collegamenti, o tenerlo solo per te. Un'altra possibilità è quella di mostrare agli altri utenti il tuo rendimento secondo le visualizzazioni del profilo. Puoi decidere di non mostrarlo cliccando sull'apposito pulsante blu, che una volta cliccato apparirà di colore grigio. Se sceglierai di non mostrarlo non potrai vedere quello altrui.

Continua la lettura
45

Quando apporti delle modifiche al tuo profilo, queste modifiche verranno pubblicate come degli aggiornamenti. Puoi anche scegliere di non aggiungerle agli aggiornamenti cliccando su "Condivisione delle modifiche del profilo" e poi sull'apposito pulsante blu. Inoltre su Linkendin quando visiti il profilo di un altro utente. Quest'ultimo saprà che lo hai visitato. Puoi anche scegliere di non farglielo sapere cliccando su "opzioni di visualizzazione del profilo". Qui potrai scegliere se non dargli informazioni su di te che hai visitato il profilo, o di dargliene solo in parte. Ricorda però che anche in questo caso se imposterai la visualizzazione in modalità privata, non potrai vedere i tuoi visitatori. Spero che questa guida ti sia stata utile per proteggere e tutelare la privacy del tuo profilo. Buona fortuna!

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lo scopo di Linkedin è quello di facilitare chi è in cerca di lavoro e chi è in cerca di dipendenti. Nascondere tutte le informazioni sul tuo profilo diminuirebbe di molto la possibilità di raggiungere l'obbiettivo. La privacy va tutelata di certo, ma nelle giuste misure!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sicurezza

Come modificare le impostazioni della privacy nella navigazione in internet

Navigando in rete si lasciano tutta una serie di tracce che a volte, per differenti motivazioni, non si vorrebbero lasciare. Per evitare tutto questo si deve utilizzare il Web in incognito oppure riducendo, attraverso opportune parametrizzazioni, i rischi...
Sicurezza

Come proteggere pc e privacy con Peerblock 1.0

In questi ultimi tempi, in cui quasi tutti abbiamo a disposizione una connessione a Internet e la quantità di informazioni private memorizzate sul nostro computer diventa sempre più elevata, diventa necessario proteggere i nostri dati personali da possibili...
Sicurezza

Come avvalersi del diritto all'oblio in Google e Bing

Al giorno d'oggi è possibile trovare qualsiasi tipo di informazione navigando in internet, e la vita privata di ogni individuo si trova alla mercé di tutti. Ci si chiede però se questo sia davvero giusto, soprattutto quando tale mancanza di privacy...
Sicurezza

Come impedire la stampa di un Pdf

In questa guida vi spiegheremo passo dopo passo come bisogna procedere per impedire la stampa di un documento in pdf. Il computer è ormai diventato uno strumento indispensabile nella vita di tutti noi. Attraverso di esso possiamo infatti collegarci alla...
Sicurezza

Come nascondere i siti che si visitano

Il concetto di "privacy" negli ultimi anni ha preso sempre più piede e più valore. Una apposita normativa infatti lo regolamenta. Proteggere la propria riservatezza è di fondamentale importanza, in tutti i campi. Non è certo da escludere l'ambito...
Sicurezza

Come rendere sicura la navigazione in internet con Chrome

Chrome è il browser veloce di Google, leggero e funzionale per navigare in internet. Nasce quindi la necessità di prestare attenzione alla nostra sicurezza, alla nostra privacy e tutto ciò che rapprensenta una minaccia per il nostro pc, come virus,...
Sicurezza

Come cancellare le traccie della navigazione web

Quando si naviga sul web si lasciano inevitabilmente numerose tracce che vengono memorizzate nel browser e nel computer. Per gestire consapevolmente dati e informazioni personali e per proteggere la privacy, è necessario conoscere alcune nozioni di base...
Sicurezza

Password sicura: errori da non fare mai

Per proteggere i dati e il contenuto della propria email è sempre opportuno scegliere una password il più possibile difficile da individuare. I malintenzionati sono sempre pronti a giocare brutti scherzi, quindi meglio premunirsi. In questa guida vogliamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.