Come usare GitHub

Tramite: O2O 18/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nato nel 2008, Github è una piattaforma di hosting per codice sorgente; un po' come usare Google Foto o I-Cloud, solo che piuttosto che caricare foto e video, su Github vengono caricati principalmente progetti di vari sviluppatori. Questo strumento, in breve tempo, ha avuto un'evoluzione rapidissima, poiché offre una caratteristica rivoluzionaria: permette a persone da ogni parte del mondo, di collaborare allo stesso progetto, in modo da non avere alcun limite, di poter ottenere il supporto di programmatori esperti, ecc. Per farvi un'idea, basta considerare che, agli inizi di Giugno 2018, la società è stata acquisita da Microsoft per la cifra di 7,5 miliardi di dollari; insomma, si tratta ormai della piattaforma più importante, di questo genere. Ma come funziona Github? Occorre avere delle conoscenze di programmazione? Non per forza! Poiché, appunto tramite la collaborazione, si possono ottenere grandi risultati anche dando il proprio piccolo, ma utile, contributo. Nella seguente guida, quindi, ti spiegherò come usare Github, per creare il tuo primo progetto "Hello World" (il più classico dei progetti per uno sviluppatore).

26

Occorrente

  • PC
36

Iscriviti al sito

Per prima cosa occorre registrarsi al sito di Github. La procedura di registrazione è quella classica, che prevede l'inserimento di un nome utente, di una password, e di un'email funzionante, alla quale verrà poi inviato un messaggio di conferma.

46

Crea un repository

Una volta terminata la registrazione, possiamo subito procedere alla creazione del nostro primo progetto. Per farlo, anzitutto è necessario creare un repository; un repository, in genere, serve per organizzare un singolo progetto. È una sorta di "contenitore", all'interno del quale è possibile inserire cartelle, foto, video, fogli elettronici, set di dati, e in generale, tutto l'occorrente per realizzare il tuo progetto. Fai click sul simbolo "+" in alto a destra, vicino al tuo avatar, quindi scegli "New repository"; come nome, inserisci "hello-world", come descrizione puoi inserire ciò che vuoi, però, prima di fare click su "Create repository", assicurati di aver messo la spunta a "Initialize this repository with a README". Procedi quindi alla creazione.

Continua la lettura
56

Crea dei branch

Una volta creato il repository, puoi iniziare a lavorare al tuo progetto. Inizialmente, il progetto possiede un solo branch, il "master", che è il branch definitivo; ma cos'è un branch? In sintesi, immagina il tuo progetto come un albero: il branch "master", è l'albero nella sua interezza, quindi con il suo tronco, le sue radici, i suoi rami, ecc. Per apportare delle modifiche al progetto, è necessario creare altri branch, cioè altri "rami" dell'albero, che, sotto forma di aggiornamenti, vengono poi implementati nel "master", cioè entrano a far parte del tuo "albero". Come si fa a creare un nuovo branch? È semplice, basta premere sul menù a tendina in alto a sinistra, che presenta la scritta "branch: master", quindi digitare il nome che si vuole dare al branch (in questo caso, facciamo "readme-edits"), e infine, confermare premendo INVIO sulla tastiera, oppure cliccando "Create Branch".

66

Apporta le prime modifiche

Benissimo, adesso hai due branch, il "master", e il "readme-edits", che per il momento, sono uguali; infatti, quando crei un nuovo branch, esso non sarà vuoto, sarà invece una copia esatta del "master". Per effettuare le prime modifiche al tuo progetto, apri il file "Readme.md", e clicca sull'icona a forma di matita, in alto a destra; in questo modo avrai accesso alla schermata di modifica del file "Readme.md". Qui, puoi scrivere ciò che vuoi, e ogni cambiamento, una volta salvato, assumerà il nome di "commit"; nella parte bassa, inoltre, è presente una sezione chiamata "commit changes", all'interno della quale è necessario specificare i cambiamenti apportati, e il perché di tali cambiamenti. Così, ogni collaboratore del progetto potrà sempre essere a conoscenza di quali modifiche siano state fatte, permettendo una collaborazione molto più efficace. Quando hai finito, clicca su "commit changes", e le tue modifiche verranno salvate all'interno del branch "readme-edits"; adesso, finalmente, avrai due branch dal contenuto differente: il "master", e il "readme-edits". Per applicare le tue modifiche al "master", e renderle quindi definitive, occorre creare una "pull request", mediante la quale i collaboratori possono revisionare le modifiche e, eventualmente, approvarle. Perfetto, siamo giunti al termine della guida, abbiamo imparato a muovere i primi passi su Github, ed ora resta a te approfondire il funzionamento, per poi lanciare il progetto che cambierà il mondo :D. Buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come installare e usare Python su Windows

Il sistema operativo più diffuso nei computer degli italiani è senza dubbio Windows, giunto alla versione numero 10. Attraverso i PC della Microsoft Inc., è possibile svolgere numerose attività lavorative o domestiche. Per esempio si ha l'opportunità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.