Come usare i puntatori in C++

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I programmatori si avvalgono di specifici linguaggi per poter realizzare programmi e comandi per il loro funzionamento. Quello più comune è il linguaggio C++. Il linguaggio C++, è un linguaggio basico dell'informatica. Esso viene utilizzato per programmare appunto, software. Esso è un miglioramento del linguaggio di programmazione C. Esso è stato sviluppato dallo svedese Bjarne Stroustrup, intorno alla fine degli anni '70. Successivamente, Stroustrup cominciò a lavorare per la Bell, dove ebbe come il controllo del kernel del sistema operativo Unix. Quest'esperienza gli servì per ampliare la sua ricerca sul linguaggio C, difatti utilizzò alcuni comandi utilizzati per programmare il kernel di Unix, nel linguaggio C. Ma oggi, in questa guida, che come vedremo insieme sarà composta da pochissimi ma allo stesso tempo semplicissimi passaggi, vi spiegheremo passo dopo passo, in modo molto dettagliato e scrupoloso, come usare i puntatori in C++. Attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli in merito che vi permetteranno di capire meglio come funzionano.

27

Occorrente

  • Una compilare C/C++ e un normale editor di testo.
37

Premessa iniziale

Prima di iniziare diamo uno sguardo più da vicino a questo interessante costrutto offerto. Grazie a questa particolare variabile è possibile accedere e manipolare il contenuto, dell'area referenziata, direttamente dal nostro puntatore. Vediamo di fare un semplice esempio, per capire il concetto introdotto.

47

Variabile puntatore

Utilizzando un editor di testo, scriviamo il nostro metodo main () che conterrà le istruzioni utili al nostro esempio pratico. Andiamo a dichiarare una variabile intera e assegniamoci un valore iniziale.
Successivamente dichiariamo una variabile puntatore che chiameremo p. Scriveremo, quindi:

int numero = 10;
int *p;

Da notare che una variabile puntatore viene dichiarata con il simbolo star primo del nome.
Dobbiamo assegnare l'indirizzo di memoria, relativa alla variabile di nome numero, al nostro puntatore p. Utilizzando l'operatore d'indirizzamento & andremo a scrivere l'istruzione :

p = №

Da questo momento in poi, posso leggere il contenuto della variabile numero. Sia facendo riferimento al suo nome e sia attraverso l'apposito puntatore p. Questa operazione è possibile grazie al riferimento tra le due locazioni di memoria.

Continua la lettura
57

Stampa a video

In sostanza, se facessi una stampa a video :

cout << numero << endl;
cout << (*p) << endl;

in output avrei il valore 10 sullo schermo. Per chiedere al puntatore il valore della locazione di memoria da lui referenziata, lo scrivo tra parentesi tonde. In modo di evitare che il comando, non venga riconosciuto.

67

Operazione di output

Ripetendo l'operazione di output a video. Notiamo che anche il valore della variabile numero è stato alterato. Questo deve convincerci del fatto che tale variabile è stata referenziata da p e per ogni modifica indotta sul puntatore si ripercuoterà sulla variabile semplice numero.
Utilizzare il linguaggio C++ in maniera corretta richiede tempo e pratica in quanto è un linguaggio complesso con le sue regole. I consigli di questa guida vi permetteranno di imparare le basi in maniera veloce per poter iniziare a programmare con questo linguaggio. Vi auguro quindi buon lavoro e buon divertimento.
Alla prossima.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate riferimento al video allegato sul corso online delle fondamenti di C++

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Inserire elementi in una lista in C++

Molti programmatori Java o utenti principianti, trovano il linguaggio C++ uno tra i più ostici nel suo utilizzo. Java, noto per la sua semplicità, offre dei costrutti utili per gestire e manipolare una struttura dinamica quali una Lista di oggetti....
Programmazione

Java: 10 cose da sapere

Java è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti. Questo significa che attraverso questo linguaggio è possibile creare giochi ed applicazioni con cui è possibile interagire a schermo. L'origine di questo linguaggio risale al lontano 1995,...
Programmazione

Come implementare gli alberi in C

In informatica per rappresentare dei dati si usano le strutture dati. Le strutture dati sono dei metodi per organizzare dati. A seconda delle operazioni che vogliamo fare su un insieme di dati, possiamo scegliere una struttura dati invece che un'altra....
Programmazione

Come Gestire Un Archivio In Linguaggio C

Il linguaggio C, sviluppato nel 1972, come fondamento dei sistemi Unix, è un linguaggio informatico di programmazione molto importante, adatto sia per gestire semplici dati, sia per processare archivi informatici durante il loro intero ciclo di vita,...
Programmazione

Come gestire file system con il PHP

In informatica esistono vari linguaggi di programmazioni. Utili ed essenziale per gestire file. Tra i più usati abbiamo il Linguaggio PHP. Si tratta di un linguaggio web, Il seguente permette di interagire con i files presenti sul PC. Trattandosi di...
Programmazione

Come gestire il filesystem in PHP

Nell’ambito dell’informatica si possono trovare o imbattersi in diversi tipi di linguaggi di programmazione. Alcuni di essi sono pensati appositamente per avere la capacità di gestire file. Sicuramente uno dei più utilizzati per svariati motivi...
Programmazione

Come programmare in Assembler

L'Assembler, o Assembly, è un linguaggio di programmazione a basso livello, ovvero più vicino alla macchina, perciò molto più complicato da utilizzare per il programmatore, in quanto, per poter effettuare elaborazioni, elementari per i linguaggi ad...
Programmazione

Come prendere le coordinate del mouse con JQuery

Il mouse è un piccolo dispositivo di cui spostamento sulla nostra scrivania determina un corrispondente spostamento del puntatore sullo schermo. Il dispositivo può essere utilizzato con molti programmi facilitando grandemente il compito dell'utente:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.