Come usare Postgresql

Tramite: O2O 14/11/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se hai bisogno di creare una base di dati rappresentata sotto forma di oggetti, allora PostgreSQL è il programma che fa per te. PostgreSQL è un completo DBMS ad oggetti (ovverosia, un modello di base di dati in cui l'informazione è rappresentata in forma di oggetti come nei linguaggi di programmazione ad oggetti) rilasciato con licenza libera. Spesso viene abbreviato come "Postgres", sebbene questo sia un nome vecchio dello stesso progetto.PostgreSQL offre caratteristiche uniche nel suo genere che lo rendono all'avanguardia nel settore dei database. Sono inclusi nativamente nel programma una grande varietà di tipi di dati (booleani, numerici con precisione arbitraria, caratteri, data/ora, money, e così via) che lo rendono un buon strumento.Vediamo dunque insieme come usare questo utile programma, passo dopo passo.

28

Occorrente

  • Un PC
  • Una connessione ad internet
38

Scaricate e installate il software

Seguite questo link (https://www.postgresql.org/download/) e scaricate il programma gratuitamente per il vostro sistema operativo. Una volta scaricato il file ".zip" che contiene il necessario per l'installazione, potremo estrarlo in una cartella qualsiasi chiamata, ad esempio, "Postgres".
All'interno della nuova cartella vi sarà il classico installer per Windows Se avete scaricato la versione di PostgreSQL 8.1, il vostro eseguibile si chiamerà plausibilmente postgresql-8.1.msi. Basterà, come qualsiasi programma, cliccarci sopra due volte con il tasto sinistro del mouse e verrà attivata la procedura guidata d'installazione.
Vi verrà richiesto di scegliere la lingua con cui verranno indicati i vari passaggi dell'installazione; purtroppo l'italiano non è ancora disponibile, quindi l'Inglese sarà probabilmente la lingua più indicata da utilizzare. Spuntate la casella di fianco alla richiesta "Write detailed installation log to postgresql-8.1.log in the current directory", e verrà così creato un log dell'installazione nella cartella in cui è presente l'installer; ora andate avanti cliccando su "Start >".
Uscirà una schermata che vi consiglierà di chiudere qualsiasi programma in esecuzione per evitare che questo influisca negativamente sulla procedura d'installazione. Se non avete un PC performante, ascoltate il consiglio e proseguite.
Ora potrete leggere le Installation Notes con i particolari sulla versione che state per installare; una volta letto quanto riportato potrete passare alla fase seguente.
Vi sarà proposto di selezionare i componenti da aggiungere o da eliminare dalla versione standard di PostgreSQL; naturalmente ciascuno deciderà sulla base delle proprie esigenze.
Ora vi verrà chiesto qualche particolare relativo alla configurazione; potremo decidere se attivare il servizio di PostgreSQL all'avvio del sistema o se richiamarlo manualmente quando vi serve. Fatto ciò cliccate su "Next >" e l'installazione sarà completata.

48

Create una base di dati

Ora siamo pronti per creare una base di dati. Aprite la linea di comando e premete "invio" fino all'ottenimento del messaggio: postgres=#.Ora create la base di dati di nome "primodb": postgres=# create database primodb.Dovrebbe apparire il messaggio: CREATE DATABASEPotete controllare tutte le basi di dati tramite il comando: postgres=# \l.Per cominciare ad usare la base di dati appena creata digitate:postgres=# \c primodbDopodichè inserite la password, e avremo il seguente messaggio: You arenow connected to database "primodb" as user "postgres".primodb=#Per eliminare una base di dati è necessario eseguire il comando:drop database nome-database ;5
Ovviamente, il comando non va lanciato dalla stessa base di dati che si vuole
eliminare, in questo caso apparirà il messaggio: "ERROR: cannot drop thecurrently open database".Invece, se l'eliminazione è andata a buon fine, apparirà il seguente messaggio:DROP DATABASE.

Continua la lettura
58

Create delle tabelle

In PostgreSQL potete eseguire qualsiasi comando SQL. Per creare una
tabella si usa il comando SQL standard "create table" avente la forma seguente:create table nome-tabella();Nello scrivere un comando si può andare a capo. Se il comando occupa piùlinee, ad ogni invio viene dato un nuovo prompt fino a che non si digita ilpunto e virgola.
Per esempio creiamo una tabella di nome "film" all'internodella base di dati primodb con il seguente comando:primodb=# create table film (primodb(# id integer,primodb(# titolo varchar(255) NOT NULL,primodb=# regista varchar(255),primodb=# data_produzione date,primodb=# CONSTRAINT pk PRIMARY KEY (id)primodb=# );A questo punto dovrebbe comparire il seguente messaggio: CREATE TABLE.
Possiamo controllare tutte le tabelle all'interno di una base di dati tramite ilcomando:\dtInoltre, per ciascuna tabella possiamo ottenere i suoi attributi (sia nome chetipo) attraverso il comando:\d nome-tabella.

Ovviamente possiamo anche eliminare le tabelle create.Per eliminare una tabella dalla base di dati, si esegue il comando:drop table nome-tabella ;Se l'eliminazione è andata a buon fine, apparirà il seguente messaggio: DROPTABLE.

68

Interrogate la base di dati

Ora possiamo interrogare la base di dati. Seguendo l'esempio precedente, interroghiamo la tabella "film", facendoci restituire ad esempio tutti i film presenti in questa tabella girati dal regista Fellini:
select *from filmwhere regista='Federico Fellini'
A questo punto dovrebbe comparire una tabella che rappresenta il risultatodella query.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non scoraggiarti alle prime fasi di utilizzo: con un po' di esercizio riuscirai ad usare al meglio questo programma.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili