Come usare Reaper

Tramite: O2O 19/03/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Molti sono gli appassionati di musica, e la loro passione non si limita solo all'ascolto dei brani, alle volte si allarga ad una vera e propria passione che spinge a diventare dei compositori provetti. Sfortunatamente non molti possono permettersi degli strumenti musicali, per questo sono stati inventati dei gradevolissimi software in grado di creare delle composizioni musicali con pochi click del mouse. Per gli amanti delle composizioni musicali oggi nella nostra guida parliamo di un potente editor audio il reaper. Il reaper permette di registrare, arrangiare, modificare, mixare ed eseguire il rendering e la conversione di tutti i formati audio più diffusi. Tra i formati che possiamo gestire con questo editor troviamo: WAV, AIFF, WavPack, FLAC, Ogg Vorbis, MP3, MIDI SYX. Inoltre possiamo registrare ed eseguire il rendering audio nei formati WAV, AIFF, WavPack, FLAC, Ogg Vorbis e MIDI. Vediamo insieme come usare Reaper, attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli in merito.

27

Reaper, ci offre davvero tantissime possibilità di utilizzo di attrezzi potenti e allo stesso tempo piuttosto semplici da utilizzare. Per registrare in Reaper sono sufficienti poche operazioni. Innanzitutto dobbiamo creare una nuova traccia. Premiamo i tasti CTRL - T o facciamo un doppio-click nella parte sinistra della schermata principale. Prepariamo la traccia premendo il tastino rosso che si trova sotto al numerino contrassegnato con [1] della traccia che abbiamo appena creato.

37

Possiamo trovarci di fronto a un piccolo problema a questo punto. Infatti il metro che indica il livello del segnale potrebbe non apparire. Per ovviare a questo aumentiamo semplicemente l'altezza della traccia puntando sul bordo inferiore e trascinando verso il basso. Verifichiamo quindi il livello. Clicchiamo con il tasto sinistro sul metro e scegliamo l'ingresso audio che preferiamo per procedere alla registrazione. Iniziamo a registrare premendo sui tasti CTRL - R. In questo modo abbiamo raggiunto il nostro scopo.

Continua la lettura
47

Qualora volessimo interrompere la registrazione, basterà premere sul tasto "spazio" e a quel punto ci verrà chiesto se abbiamo intenzione o meno la registrazione appena effettuata. Alla fine per disarmare la traccia ci basterà premere ancora una volta sul tasto posto sotto al numero, come abbiamo fatto nel passo 1. Questo procedimento ci serve per preparare la nostra registrazione. È importante stare attenti a regolare il volume di ingresso. La regolazione del volume non dipende da reaper ma dalla scheda audio di cui disponiamo. Per questo motivo è opportuno impostare i valori direttamente dalle impostazioni audio del nostro pc.

57

È opportuno ricordare che le versioni di reaper in circolazioni sono diverse e vengono aggiornate spesso. Ovviamente se ci teniamo aggiornati e esploriamo questo strumento possiamoimparare molte più cose per utilizzarlo al meglio e non solo per le semplici registrazioni come abbiamo appena visto.
Reaper è uno degli editor più semplici ma completi che esistano per la creazione di brani musicali. Se lo avete installato e volete fare i vostri primi tentativi vi basterà seguire le istruzioni di questa guida per iniziare ad imparare ad usarlo, in pochissimo tempo riuscirete a comporre delle bellissime musiche. Vi auguro quindi buon lavoro e buon divertimento.
A presto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili