Come verificare il funzionamento di una resistenza

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La resistenza o più correttamente resistore, rappresenta un componente elettronico costituito da due cappucci in nichel, separati da una piastra ceramica, ma collegati a loro volta da una sottile pellicola di carbonio. La sua principale funzione è quella di opporre un certo ostacolo al flusso di corrente elettrica, dissipandone parte dell'energia sotto forma di calore. Proprio per questo principio, in alcuni casi le resistenze vengono utilizzate per produrre calore oppure luce. Generalmente, nei circuiti, il loro funzionamento consiste nel ridurre la tensione e la corrente elettrica. Talvolta può capitare che per difetti di fabbricazione, per danni meccanici oppure a causa di surriscaldamenti, una resistenza smetta di funzionare completamente o parzialmente. In questo articolo, pertanto, vedremo come verificare il funzionamento di una resistenza.

25

Occorrente

  • Tester o Multimetro
  • Saldatore
35

La prima fase

Il primo passo consiste nell'isolare la resistenza difettosa, per poi dissaldarla dalla piastra. Oppure, occorre dissaldare i pin nei quali la resistenza è collocata. Nel caso in cui il componente dovesse essere di piccola taglia (circa 1/4 W oppure 1/2 W di potenza), è necessario essere particolarmente rapidi nell'effettuare questo genere di operazione. Nello specifico, occorre afferrare con estrema delicatezza il corpo centrale della resistenza, avvalendosi dell'ausilio di alcune pinze. Successivamente si dovrà appoggiare la punta del saldatore, prima ad una, poi all'altra estremità.

45

Effettuare la calibrazione

A seguire, è necessario munirsi di un tester o multimetro, il quale dovrà essere calibrato sulla scala di grandezza della resistenza. Per fare tutto questo è sufficiente controllare la striscia del moltiplicatore. Praticamente questa è quella più vicina alla striscia di tolleranza (oro 5%, argento 10%). Successivamente, osservando una tabella simile a quella che si trova in questo sito internet, si deve cercare il valore corrispondente al colore, per poi effettuare la calibrazione. Nel caso in cui si dovessero inserire dei parametri non adeguati, si otterranno numeri decimali o fuori-scala.

Continua la lettura
55

Fase finale del lavoro

Per concludere il lavoro, per effettuare la sostituzione è sufficiente recarsi in un negozio di componenti elettronici, oppure acquistare online dei nuovi resistori. Quindi si potrà regolare la lunghezza delle gambette, per poi saldarle nella sede originale. I test di resistenza di isolamento possono essere effettuati per determinare l'integrità di avvolgimenti e di cavi nei motori, nei trasformatori, negli interruttori e negli impianti elettrici. Il metodo di prova è determinato dal tipo di apparecchiatura testato. In alcuni multimetri digitali, provvisti di una funzione di "diodo di controllo", è possibile produrre una tensione di prova abbastanza bassa (inferiore a 0,3 volt). La filosofia è che la funzione "controllo diodo" deve essere utilizzate per testare i dispositivi a semiconduttore. Invece la funzione di "resistenza" andrà sfruttata per altri scopi. Utilizzando una tensione di prova molto bassa per misurare la resistenza, è più tutto quanto più semplice, dal momento che le giunzioni dei componenti semiconduttori non diventeranno polarizzati direttamente con delle tensioni ridotte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come misurare la tensione di un diodo Zener

Il "diodo" è un componente elettronico di tipo bipolare, ovvero permette il flusso di corrente elettrica al suo interno, ma solamente in un determinato verso, nell'altro, invece, viene bloccato già in partenza. Nella presente e rapida guida, andremo...
Elettronica

Come costruire un puntatore laser

Il raggio laser è stato inventato dall'uomo, non è un evento che si verifica in natura e richiede un diodo laser per essere generato. È possibile creare un puntatore laser, utilizzando un diodo laser (verde) che fornisce il raggio laser. Alcuni prodotti...
Elettronica

Come accendere un led con Arduino

Accendere un led con Arduino è la base per iniziare a utilizzare la scheda ed è un passaggio fondamentale per chi non ha grosse conoscenze in elettronica. Inoltre, Arduino è un hardware programmabile nonché piattaforma hardware per la prototipizzazione...
Elettronica

Come costruire un semplice amplificatore audio

Ormai con il passare del tempo la tecnologia ha fatto passi da gigante e con esso anche la nostra "dipendenza" dagli strumenti elettronici. Basti pensare ad un lettore mp3, adesso per noi è quasi una cosa superata ma una decina di anni fa era quasi impensabile...
Elettronica

Come stabilizzare un alimentatore

Le nostre vite sono ormai cadenzate dall'utilizzo di sempre più dispositivi tecnologici. Si va infatti dal computer, fino al tablet, passando per smartphone e tantissimo altro ancora. Ognuno di questi strumenti tecnologici ha però bisogno di essere...
Elettronica

Guida alle caratteristiche della Canon EOS 70D

Scegliere la fotocamera giusta è un duro lavoro. Si desidera vedere concretizzarsi in un unico modello la giusta qualitá prezzo. Con la Canon EOS 70D questo è possibile! Essa dispone di un sensore CMOS da 20,2 milioni di pixel accoppiato con un processore...
Elettronica

Come costruire una lampada a led

Una delle questioni più avverse che ci si trova ad affrontare in casa scaturisce dalle bollette: queste sempre più costose ci destano una preoccupazione costante; oggi con l'innovazione tecnologica tali preoccupazioni possono essere almeno dimezzate:...
Elettronica

Come collegare ed utilizzare i display a sette segmenti

Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna collegare ed utilizzare, correttamente e facilmente, i vari collegamenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.