Come verificare se un dominio è libero

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il mondo di Internet ci offre ogni giorno miriadi di possibilità. Si tratta di una realtà in continua evoluzione, grazie alla quale possiamo raggiungere i luoghi più lontani con un semplice click. Al giorno d'oggi avere un sito web è ormai di vitale importanza per far conoscere la propria attività professionale. In una pagina di questo tipo si possono inserire diverse informazioni a seconda del servizio che viene offerto. Un sito aziendale o appartenente ad un privato presenta un suo indirizzo URL e viene riconosciuto come dominio. Si tratta di un nome compreso tra il www. E il tipo di sito web, che può essere .it o .com, o anche .org. Quando si crea un sito, bisogna accertarsi che il dominio non sia già presente come risultato nei motori di ricerca. Nella presente guida vedremo nello specifico come verificare se un dominio è libero. Si tratta di una procedura estremamente semplice che si effettua online con l'ausilio di specifici strumenti. Andiamo a scoprire come fare.

27

Occorrente

  • PC
  • Connessione ad Internet
  • Dominio da registrare
37

Scegliere tra un dominio a pagamento o un servizio di hosting gratuito

Un dominio Internet è anzitutto uno spazio che possiamo affittare nel Web. Per ottenerlo, abbiamo a disposizione due alternative. La prima consiste nel chiedere "ospitalità" ad un host, ossia un gestore che ci offre una sorta di alloggio in rete. Il servizio di hosting è generalmente gratuito. La seconda modalità per aprire un proprio sito comporta il pagamento di una quota. A tal proposito, andremmo a versare una somma annuale che permetta di registrare il nostro dominio e mantenerlo attivo ogni anno. In questo modo lo salveremmo dalla chiusura. Prima ancora di verificare se un dominio è libero, dobbiamo quindi scegliere tra un abbonamento annuale a pagamento o un servizio di hosting gratuito. La soluzione più comoda sarebbe l'hosting, sebbene si tratti di una formula poco adatta ai siti aziendali. Questo tipo di spazio si presta meglio ad indirizzi come i blog. Pertanto, per un sito professionale è consigliabile ricorrere alla formula di registrazione senza host.

47

Ricorrere a DomainsBot

Una volta appurato che il modo migliore per avere un sito completo e professionale è scegliere un dominio a pagamento, procediamo con la creazione del nostro indirizzo. Prima di procedere con la sua pubblicazione in rete, dobbiamo verificare se il dominio in questione è libero. A tal proposito ci aiuta una risorsa online davvero semplice da usare come DomainsBot. Rechiamoci nel sito https://domainsbot.com/ e scorriamo la schermata principale. Ad un certo punto dovremmo trovare un riquadro di ricerca. Al suo intero possiamo leggere la scritta "Type in a domain or keyword". Qui scriveremo il nome del dominio che intendiamo aprire. Confermiamo la nostra richiesta con un click sul pulsante "Search". Ci verranno indicati tanti risultati diversi con vari domini. Scegliamo quello che ci convince di più e clicchiamoci sopra. Apriremo così una finestrella con tutti i gestori che ci offrono il loro spazio a pagamento per il nostro sito. Una volta trovato il nostro preferito, clicchiamo su "Buy". Uno dei migliori è www.register.it, che ci offre un abbonamento gratuito per il primo anno se scegliamo l'estensione .it per il nostro sito web.

Continua la lettura
57

Effettuare la verifica su Keliweb

Per verificare se un dominio è libero in modo semplice e veloce, possiamo sfruttare un sito web italiano. Colleghiamoci all'indirizzo https://www.keliweb.it/domini/registrazione-dominio.php e troveremo un valido aiuto. Dalla schermata principale, clicchiamo sulla sezione "Domini". Apriremo così una barra di ricerca intitolata "Verifica dominio". Digitiamo l'URL che vogliamo controllare, quindi confermiamo con un click sul tasto di colore viola "Cerca". Qualora il dominio da noi indicato al momento della ricerca risultasse libero, allora potremo iniziare con la sua registrazione. In caso contrario ci vedremo costretti ad indicare un indirrizzo diverso. Troveremo qualche utilissimo spunto all'indirizzo https://www.keliweb.it/domini/nuovi-gtld/. Qui ci verranno indicate delle estensioni specifiche. Scorriamo l'elenco e sicuramente troveremo quella che meglio rappresenta la nostra attività.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare domini dal nome troppo complicato e scegliere l'estensione che meglio rappresenta la propria attività o servizio offerti.
  • Se un dominio risulta già occupato, si può semplicemente cmabiare la sua estensione, senza necessariamente pensare a un nome differente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Internet

Come ottenere un dominio di 2° Livello GRATIS

Oggi giorno le sorti di un’attività commerciale o artistica non possono prescindere da una vetrina virtuale come quella offerta da un sito di buona qualità. Certo la creazione e la manutenzione di un portale web può avere dei costi che non tutti,...
Internet

Come avere un dominio di posta personalizzato

Come tutti sappiamo, gli indirizzi di posta elettronica sono formati tutti da una stessa struttura di base: @hotmail. It, @live. It, @yahoo. It, e così via. Un account potremmo ritenerlo davvero personalizzato se avessimo un dominio di posta altrettanto...
Internet

Acquistare un dominio di primo livello: i servizi migliori

In questa guida vi spiegherò come acquistare un dominio di primo livello. In particolare come scegliere i servizi e le modalità più efficaci per avere il miglior dominio per le tue esigenze. Se siete dei neo-blogger approdati da poco sul web, ecco...
Internet

Come spostare un sito Wordpress su un altro dominio

Alle volte può insorgere la necessità di dover spostare il proprio dominio internet su un altro sito di hosting, sia per motivi di comodità sia per questioni di convenienza dell'offerta. Spostare il proprio dominio non è complicato, basteranno alcuni...
Internet

Come mettere una rete a dominio

Mettere una rete a dominio significa collegare un gruppo di computer aventi gli stessi parametri di sicurezza e di accesso e un medesimo database. Aggiungiamo che le macchine del dominio possono anche appartenere a differenti LAN, ma hanno in comune diversi...
Internet

Come Configurare Un Account Di Posta Elettronica Libero Su Microsoft Outlook 2010

Avete un account di posta elettronica registrato con il dominio di Infostrada "libero"? Avete necessità di effettuare la configurazione per ricevere la vostra posta sul programma Microsoft Outlook 2010? Se la risposta alle due domande precedenti è si,...
Internet

Come trasferire un sito Joomla da un dominio all'altro

Se avete un sito Joomla, ma avete necessità di spostarlo verso un nuovo dominio, non sarà necessario chiedere l'aiuto di un tecnico esperto o di un programmatore informatico. Anche se non avete le conoscenze tecniche del mondo del web e della programmazione...
Internet

Come migrare Wordpress da un dominio a un altro

Se stai spostando WordPress da un server ad un altro, inizia eseguendo il backup della directory, delle immagini, dei plug-in e di altri file sul tuo sito e sul database. Mantieni il tuo nome di dominio e l' URL. Se il database e l'URL rimangono gli stessi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.