Creare Una Semplice Tabellina Pitagorica In Java

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Sono molti i bambini che trovano difficoltà a memorizzare le tabelline. Per questo motivo oggi nella nostra guida impariamo come creare con java una semplice tabellina pitagorica usando un semplice Editor di testo. Vediamo insieme come procedere per creare una semplice tabellina pitagorica in java.

28

Occorrente

  • ultima versione del JDK Java 7
38

Stabiliamo innanzitutto di non usare degli array. In parole più semplici non definiamo la nostra tavola pitagorica a partire da tipi preesistenti. Usiamo piuttosto il doppio ciclo innestato con i costrutti avanzati, il ciclo for forma più compattata del while. Serviamoci anche del metodo System. Out. Print. Utlizziamo quanto appena descritto all'interno di Statement, di cicli for otteniamo così il "doppio ciclo innestato". Iniziamo creando una nuova cartella che ci occorre per l'inserimento del nostro file. Java.

48

Per creare la nuova cartella. Clicchiamo con il tasto destro del mouse sull'icona del menù contestuale facciamo click sulla voce nuova cartella. Successivamente rinominiamo la cartella dandole il nome "Progetto". All'interno della cartella creiamo una sottocartella alla quale diamo il nome "SRC". Completiamo quest'operazione e apriamo il nostro editor di testo come Coda per ambiente Mac oppure se siamo in ambiente Windows possiamo usare Notepad editor molto potente per editare i nostri progetti.

Continua la lettura
58

A questo punto siamo pronti per scrivere il codice che ci permette di visualizzare la nostra semplice tabellina pitagorica. Procediamo inserendo questa stringa: public class Tabellina {
public static void man (String args[ ]) {
for (int x = 1; x for (int y = 1; y System. Out. Print (x * y " \t");
}
System. Out. Println ();
}
}
} Salviamo con estensione. Java nella cartella che abbiamo creato precedentemente.

68

Adesso non resta che testare la nostra applicazione. Compiliamo con il JDK ed mandiamola in esecuzione tramite la JVM. Per far ciò dobbiamo aprire il terminale oppure il dos per Windows.
Aperto il terminale scriviamo il percorso che ci permette di trovare il nostro programma. Nel nostro caso tabelliana. Java si trova sul desktop - nella folder progetto - e nella sottocartella con nome src quindi da terminale scriviamo cd desktop INVIO, cd progetto INVIO, cd src INVIO a questo punto possiamo compilare il nostro programma con il comando javac Tabellina. Java e premiamo invio.

78

Se non abbiamo commesso errori di compilazione; possiamo notare che il JDK avrà creato nella nostra cartella src un file di nome tabellina. Class questo tipo sarà il bytecode è pronto per essere tradotto dal JVM (Java Virtual Machine). Per eseguire il nostro programma dobbiamo eseguire il comando java Tabellina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come installare Java su Android

Com'è risaputo, Java non si può usare su nessun dispositivo Android e di conseguenza non si possono visualizzare con facilità i siti con Java. Tuttavia, installare Java su Android non è così tanto difficile come può sembrare. Il metodo migliore...
Programmazione

Come si installa e si configura la JDK di Java 7

Per chi vuole programmare con il linguaggio Java ha bisogno degli strumenti necessari per farlo. Prima di intrufolarsi tra classi ed oggetti, bisogna installare le fondamenta di questo linguaggio. Vedremo, attraverso questa semplice guida, come si installa...
Programmazione

Come ordinare una lista in Java

Java in campo informatico rappresenta senza dubbio uno dei sistemi di programmazione più diffusi e conosciuti. Ordinare una lista in Java potrebbe sembrare un'operazione piuttosto complicata, in modo particolare per i meno esperti del settore. In realtà...
Programmazione

Come confrontare due date in Java

Specialmente se si ha a che fare con dei database, in fase di programmazione è necessario dover gestire date e orari. Anche java, come quasi tutti i linguaggi di programmazione, permette la gestione di date e ore. Java, data la sua diffusione e l'ampio...
Programmazione

Java: 10 cose da sapere

Java è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti. Questo significa che attraverso questo linguaggio è possibile creare giochi ed applicazioni con cui è possibile interagire a schermo. L'origine di questo linguaggio risale al lontano 1995,...
Programmazione

Come creare un semplice programma in Java

Con la diffusione del computer anche i linguaggi di programmazione si sono dovuti evolvere. Nel corso degli anni i linguaggi di programmazione sono diventati più snelli, eleganti e soprattutto facili da usare. Questo ha concesso ad una parte sempre maggiore...
Programmazione

Come importare le librerie Java

Java è un linguaggio di programmazione tra i più utilizzati al mondo, con circa 9 milioni di sviluppatori. Nel 2010 Java è stata acquisita da Oracle Corporation, che ne detiene attualmente il marchio registrato. Questo linguaggio è stato creato per...
Programmazione

Come programmare in java su Linux

Ai giorni nostri la programmazione è sempre più avanzata e ci sono numerosi modi e piattaforme per effettuare la programmazione. Tra i software più utilizzati troviamo Java, inoltre si può programmare su varie piattaforme tra cui anche Linux. Nei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.