Elettronica: tutto sui condensatori

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In elettronica esistono diversi componenti, alcuni di essi sono i condensatori, presenti praticamente, in tutte le schede elettroniche.
Essi sono elementi molto utili, poiché sono in grado di accumulare energia elettrica e di restituirla se collegati opportunamente. In questa guida, vedremo come sono fatti e come funzionano.

25

Struttura

Un condensatore è costituito da due superfici conduttrici, separate tra di loro, chiamate armature che, nel caso più semplice, hanno la forma di sottili piastre rettangolari di piccole dimensioni. Lo spazio tra di esse è riempito con un materiale isolante, chiamato dielettrico, che può essere formato, ad esempio da ceramica, o da altri tipi di materiale (o composti di materiale), a seconda delle caratteristiche richieste.

35

Carica del condensatore

Applicando una tensione alle due armature, si viene a creare, su una di esse, un accumulo di cariche negative, caricando quindi il condensatore. La quantità di carica che il condensatore riesce ad immagazzinare, è chiamata capacità (misurata in farad) e dipende dalle caratteristiche strutturali del componente: dimensione e forma delle armature, tipo di dielettrico, distanza tra le armature. Inoltre, un altro fattore da considerare è il tempo di carica (o periodo transitorio): in un circuito reale è necessario collegare in serie al condensatore una resistenza, in modo da limitare l'intensità di corrente e quindi evitare corto circuiti che danneggerebbero il sistema. Ciò comporta un accumulo di cariche non istantaneo ma che dipendo dai valori di resistenza e capacità del sistema.

Continua la lettura
45

Scarica del condensatore

Una volta che il condensatore sarà carico, è che quindi avrà una differenza di tensione ai suoi capi (il cui valore dipende dalle caratteristiche strutturali), è possibile utilizzarlo per alimentare un circuito. Anche qui è necessario collegarlo con una resistenza in serie, in modo da evitare corti circuiti. Il condensatore quindi inizierà a scaricarsi con un tempo che dipende dai valori di capacità e resistenza utilizzati.

55

Informazioni generali

Un condensatore "classico" non ha una polarità predefinita, quindi è possibile collegarlo arbitrariamente al generatore. Esistono, però, alcuni condensatori, chiamati "elettrolitici", che al posto del dielettrico, hanno una particolare miscela chimica, che permette di aumentarne la capacità. In questo caso essi sono polarizzati, è quindi necessario prestare attenzione al collegamento e inoltre, è necessario evitare di danneggiarli rovinando il rivestimento esterno: ciò potrebbe provocare danni irreparabili al condensatore e soprattutto generare pericoli per chi li utilizza. I condensatori possono anche essere collegati in serie o in parallelo tra loro. Nel primo caso, la capacità totale del sistema diminuirà, nel secondo invece, sarà pari alla somma delle singole capacità, dei condensatori collegati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come verificare il funzionamento di un condensatore

Il condensatore, detto anche capacitore, è un componente elettrico in grado di immagazzinare l'energia in un campo elettrostatico; un condensatore inserito in un circuito, dunque, resta carico per un certo tempo anche dopo aver staccato la batteria di...
Hardware

Come sostituire il microchip in un circuito integrato

Un circuito integrato è un dispositivo elettronico composto da diversi transistor, che sono stati realizzati in contemporanea con un processo fisico e chimico. Il componente principale su cui viene costruito il circuito integrato si chiama microchip...
Elettronica

Come riparare la scheda elettronica della lavastoviglie

Le lavastoviglie sono presenti in commercio in designer, stili e colori differenti; sono molto utili soprattutto per chi lavora. Le lavastoviglie sono tutte accomunate da una scheda elettronica, che ne consente l'utilizzo e in cui sono presenti i comandi,...
Elettronica

Come costruire il primo Arduino

Questa guida illustrerà come costruire una scheda Arduino Uno partendo dai componenti elettronici di base. Questo è possibile grazie alla licenza OpenSource del progetto Arduino che rende disponibili le informazioni per poter replicare fedelmente i...
Elettronica

Come costruire un amplificatore per chitarra

In questa guida vedremo come costruire un amplificatore per chitarra in maniera semplice e con pochi soldi, che possa andare bene per suonare in casa o in piccoli spazi chiusi. Non sempre si ha l'esigenza o la possibilità di comprare amplificatori di...
Elettronica

Come realizzare un trasformatore 5v - 12v

Dovete far variare i parametri iniziali di ingresso, rispetto a quelli di uscita tenendo però costante la potenza? Niente paura, questa guida è tutto ciò di cui avete bisogno! Infatti, attraverso pochi e semplici passaggi, vi spigherò nella maniera...
Hardware

Come Ottenere Componenti Elettronici a Basso Costo

Se avete la passione per l'elettronica, avrete spesso incontrato difficoltà nel reperire dei componenti elettronici a basso costo, per poter espletare il vostro hobby senza grandi dispendi economici. Eppure questo problema si può affrontare con un po'...
Hardware

Come riparare il trasformatore di un PC

Tra tutti i componenti di un PC, uno dei fondamentali per il suo funzionamento è sicuramente l'alimentatore. Nello stesso tempo il trasformatore è più delicato di quanto si possa immaginare. Infatti basta uno sbalzo di corrente per bruciarlo irrimediabilmente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.