Guida alla programmazione a basso livello

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questa guida tratteremo della programmazione a basso livello. Nei vari passi successivi all'introduzione vi rilascio molte informazioni molto utili che vi aiuteranno certamente a programmare sempre meglio a basso livello. Un consiglio che vi dò e che dovrete seguire per far si che riusciate a comorendere tutti i passi, è quello di leggere attentamente tutti i vari passi e se qualcosa non vi risulta abbastanza chiara provate a rileggere quel determinato passo. La programmazione a basso livello, è da sempre una spina nel fianco di tutti i programmatori, più o meno esperti. Il motivo di tante critiche è dovuto al fatto che, essendo questo tipo di programmazione molto più vicino alla macchina, risulta essere molto più complicato implementare funzioni, che nella programmazione ad alto livello (ad esempio c/c++ oppure Visual Basic e i più didattici Pascal e Fortran) potrebbero essere scritte in pochi passaggi.

24

I linguaggi di basso livello sono legati alla macchina sul quale girano

I linguaggi di basso livello sono strettamente legati alla macchina sulla quale girano e su cui devono essere eseguiti, infatti, ogni macchina ha il proprio linguaggio a basso livello ed un proprio set di istruzioni base che le permettono di eseguire le operazioni elementari. Queste istruzioni sono messe a disposizione del programmatore, che deve quindi ragionare e risolvere i problemi sulla base delle risorse che l'elaboratore gli mette a disposizione.

34

I registri si dividono in registri d'appoggio o di utilizzo generale

Questi registri si dividono in registri d'appoggio, o di utilizzo generale, che ci servono per mantenere i valori delle variabili, e registri di servizio, come contatori di programma, che puntano alle prossime istruzioni da eseguire e registri di stato, che contengono la modalità in cui si trova la CPU (per la maggior parte dei processori si distinguono in modalità Superutente e Utente semplice) e i registri di flag.

Continua la lettura
44

Realizzare i cicli richiede poche istruzioni

Anche realizzare cicli, che in genere richiedono poche istruzioni nei linguaggi abbiamo bisogno di implementare delle particolari funzioni, che sfruttano i registri per l'utilizzo dei contatori e degli indici di ciclo stessi. Inoltre risultano particolarmente rilevanti i registri di flag, per realizzare i salti condizionati che permettono di effettuare le biforcazioni che permettono di realizzare le condizioni. Siamo giunti ormai alla conclusione di questa guida riguardante la programmazione a basso livello e spero che vi sia stato tutto chiaro. Inoltre soero che vi ho scritto tutte le informazioni che stavate cercando in modo da poter programmare sempre meglio a basso livello.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Guida alla programmazione in Assembly

Il linguaggio assembly è il linguaggio di programmazione più vicino alla realtà fisico-elettronica di una macchina. L'assembly permette di ignorare la forma binaria del programma finale e sostituire i codici in linguaggio macchina con una sequenza...
Programmazione

Guida alla programmazione in Basic

Se volete una vera e propria Guida alla programmazione in Basic, non vi resta altro che leggere attentamente i seguenti passaggi che vi elencheremo in seguito e facilitarvi cosi il compito. Il software che useremo è noto come "Visual Basic", che ben...
Programmazione

Come utilizzare il ciclo For nella programmazione

Sia che ci si approcci da principiante alla programmazione che se si sia programmatori esperti, i cicli iterativi quali il ciclo for, il ciclo while e il repeat... Until sono una delle funzioni più utili e indispensabili dei linguaggi di programmazione....
Programmazione

Introduzione alla programmazione Java

Le nuove tecnologie hanno ormai preso piede in tutti i campi della società, ed oggi come non mai diventa quindi fondamentale entrare a far parte del mondo dell'informatica sia per sopravvivere alla vita quotidiana che per avere capacità attuali da rivendere...
Programmazione

Introduzione alla programmazione in F#

Il linguaggio di programmazione F# è l’ultimo nato della famiglia Microsoft Visual Studio. Si tratta di un nuovo linguaggio originariamente progettato e creato da Microsoft Research. Fa parte della piattaforma di sviluppo software .NET (uno standard...
Programmazione

Appunti di programmazione per Android

È proprio vero, oggi i cellulari sono dei veri e propri computer, ricchi di funzioni differenti. Alcuni sono realizzati con tecnologie avanzatissime e dispongono di un sistema operativo (programmi che mediano fra le applicazioni e il software) e di applicazioni...
Programmazione

Programmazione: come impostare il giusto compilatore sul proprio computer

In informativa un compilatore è ciò che converte (e quindi in un certo senso traduce) delle informazioni scritte in un determinato modo (nel linguaggio di programmazione) in un altro linguaggio. La compilazione, che è possibile anche al contrario e...
Programmazione

Come programmare in Assembler

L'Assembler, o Assembly, è un linguaggio di programmazione a basso livello, ovvero più vicino alla macchina, perciò molto più complicato da utilizzare per il programmatore, in quanto, per poter effettuare elaborazioni, elementari per i linguaggi ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.