Imparare ad utilizzare Visual C++

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il linguaggio C nasce negli anni settanta come linguaggio di sviluppo e da allora ha subito diverse modifiche ed evoluzioni, tra cui il C++ (si legge “C plus plus” o “c più più”).
Vediamo alcune caratteristiche basilari.
Innanzitutto è un linguaggio che permette di scrivere codice in maniera efficiente. Inoltre è standard: questo significa che il programma scritto in questo linguaggio può essere facilmente usato su piattaforme diverse da windows o dos. Infine è largamente diffuso: è molto facile trovare programmi scritti da altri che poi possiamo riutilizzare.
Entriamo nel dettaglio per imparare ad utilizzare Visual C++.

27

Occorrente

  • computer
  • manuale C++
37

Il C ha diversi tipi di dato che possiamo usare. Ricordiamo i principali:
• char: carattere singolo o numero intero
•Short: Numero intero di 16 bit
•Long: Numero intero di 32 bit
•Int numero intero
•Float numero con la virgola

Come in tutti i linguaggi, le variabili vanno dichiarate obbligatoriamente. Per dichiarare una variabile occorre scrivere prima il tipo della variabile seguita dal nome.
Ad esempio:
int x; vuol dire che x è una variabile di tipo int
char w; vuol dire che w è una variabile di tipo char
short e; vuol dire che e è una variabile di tipo short int

Se la variabile è una costante, allora va inizializzata, cioè va dichiarato il valore:
const i costante = 100;.

47

Proviamo a scrivere il più semplice dei programmi, cioè quello che stampa a video la scritta “ciao mondo”. Innanzitutto occorre un compilatore, che dovrebbe essere in grado di trasformare il sorgente cioè quello che scriviamo, in un eseguibile. Exe, con tanto di icona.
Per scrivere invece il programma, va bene un qualsiasi programma per video scrittura. E’ possibile trovare in rete dei programmi che fanno tutto, ed assistono lo sviluppatore in tutte le fasi del progetto.

Continua la lettura
57

Come in tutti i linguaggi, le variabili vanno dichiarate obbligatoriamente. Per dichiarare una variabile occorre scrivere il tipo della variabile seguita dal nome.
Ad esempio:
int x; vuol dire che x è una variabile di tipo int
char w; vuol dire che w è una variabile di tipo char
short e; vuol dire che e è una variabile di tipo short int

Se la variabile è una costante, allora va inizializzata, cioè va dichiarato il valore:
const i costante = 900;.

67

Il programma per far apparire la scritta “ciao mondo “ è il seguente:
#include int main ()
{
printf ("Ciao Mondo!\n");
return 0;
}

Spieghiamo nel dettaglio.
#include È una istruzione per il programma che “compila” le istruzioni, cioè le trasforma in un linguaggio comprensibile al computer.
int main () è l’’istruzione che fa iniziare la parte principale, e spesso anche l’unica, del programma.

Per imparare la programmazione avanzata di C++ occorre tanta pazienza e studio, assieme ad un buon manuale aggiornato.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come creare un'applicazione con Visual C++

Visual C++ è un ambiente che consente di sviluppare, localizzare e distribuire applicazioni Microsoft Windows e Microsoft. NET. Si compone di diversi elementi, tra cui: Strumenti del compilatore (per sviluppatori del codice nativo e CLR); le librerie...
Windows

Come installare e configurare Microsoft Visual Studio

I blog e siti personali sono diventati una realtà ormai consolidata sul mondo del web. Sono migliaia e hanno assunto ormai un peso economico non indifferente. Siti e blog infatti rappresentano una fonte di guadagno sempre piu crescente per i loro amministratori...
Windows

Imparare ad utilizzare Microsoft Visual Studio

Vi sono diversi linguaggi di programmazione in giro, ovviamente ognuno di essi con i propri pro ed i propri contro. In questa guida cercherò di spiegarvi al meglio come usare uno dei migliori conglomerati di questi linguaggi in circolazione, il Microsoft...
Windows

Come usare Visual Studio

Visual Studio non è altro che un ambiente di programmazione creato dalla Microsoft Corporation. Esso supporta diversi linguaggi di programmazione, ovvero C, C++, C#, F# e Visual Basic. Inoltre, con quest'ultimo, è possibile realizzare diverse applicazioni...
Windows

Come installare e configurare Visual C++

Il Visual C++ è ambiente per lo sviluppo software con il linguaggio di programmazione basato sul C++. Esso è uno strumento utile per chi vuole sviluppare, sia a livello amatoriale che professionale dei programmi in linguaggio C++ su windows. Molti corsi...
Programmazione

come usare i metodi della classe String in java

Chi è appassionato di programmazione o chi lo fa per lavoro sa che uno dei linguaggi più utilizzati è il linguaggio Java. Nell'ambito di quest'ultimo, sicuramente può capitare di dover usare i metodi della classe String; tuttavia, spesso può non...
Programmazione

Come sviluppare un Web Service

Un Web Service è un sistema progettato per supportare l'interazione tra diversi calcolatori sulla stessa rete, ovvero in un contesto distribuito. Un servizio Web è quindi un'applicazione accessibile ad altre applicazioni su internet. Non ha una interfaccia...
Windows

Imparare ad utilizzare Microsoft Macro Assembler

Il programma Microsoft Macro Assembler è per processori x86 bit che come sistema utilizza la sintassi per Windows e Ms-Dos. Per facilitare la programmazione si può usufruire dell'editor MASM32: si tratta di un programma software freeware che permette...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.