Regole per programmare in ActionScript

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Action Script è un nome che suonerà familiare a tutti coloro che si intendono di programmazione. Si tratta, infatti, del linguaggio di programmazione di Flash utilizzato per la creazione di videogames basati su browser. Esistono ben tre versioni di ActionScript. La prima versione, ActionScript 1 è ormai troppo semplice per le esigenze correnti mentre la terza versione si dimostra esageratamente complessa per cui opteremo per una via di mezzo rappresentata da ActionScript 2. Sarà molto utile scegliere questa versione perché, in questo modo anche i principianti potranno capire come fare a capire le regole per programmare in ActionScript.

26

Iniziate con giochi semplici

La prima regola d'oro da tenere in mente per programmare in ActionScript è quella di mantenersi sempre su programmazioni semplici all'inizio. Se volete programmare dei giochi, partite da uno molto facile per iniziare a prenderci la mano con ActionScript e poi potrete andare avanti fino a soluzioni più complesse. In questo modo eviterete anche di perdere tempo inutile.

36

Esercitatevi per imparare

La seconda regola da ricordare per chi muove i primi passi con ActionScript è quella di esercitarsi. Il miglior modo di riuscire a programmare in modo perfetto è fare molta pratica in modo che quando sarà il momento di programmare qualcosa di serio, sembrerà un gioco da ragazzi.

Continua la lettura
46

Salvate sempre il vostro lavoro

Chi lavora con i computer sa benissimo che una regola che vale per tutti e per tutti i tipi di lavoro è quella di salvare di tanto in tanto il proprio lavoro. Anche i più esperti lo fanno perché può capitare di tutto: un blackout, un'interruzione dovuta a fattori esterni come una telefonata urgente, l'impossibilità di portare a termine l'operazione ecc. Se salverai ciò che hai realizzato costantemente non perderai nulla e potrai sempre ricominciare da dove hai lasciato.

56

Create un gioco di una specifica categoria

Se stai iniziando la tua avventura con ActionScript mantieniti sul semplice e decidi che tipo di azione deve compiere l'eroe del tuo gioco. Solitamente sono quattro le categorie: la corsa infinita, il picchiaduro per sconfiggere i tuoi nemici virtuali e andare avanti, i puzzles che richiedono la soluzione di rompicapi per continuare il gioco e i GDR. Questi ultimi sono i più complessi e prevedono l'evoluzione e la crescita del personaggio.

66

Studiate le regole base prima di iniziare

Se vuoi dei giochi più complicati, una volta che avrai fatto i primi passi con ActionScript 2 potrai passare al 3. L'importante è che prima di metterti all'opera osservi cosa fanno gli altri e studi qualche tecnica. YouTube è un ottimo insegnante: trova i video che fanno per te.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Regole per programmare in Rust

I linguaggi di programmazione fanno parte dell'universo informatico sin dagli inizi. Tutti noi ricorderemo sicuramente il vecchio prompt dei comandi sul nostro primo PC. Si apriva una finestrella nera in cui dovevamo digitare specifiche espressioni, spesso...
Programmazione

Regole per programmare in Ruby

Il linguaggio di programmazione chiamato Ruby è basato su una piattaforma open source assolutamente dinamico, caratterizzato da una sintassi semplice e produttivo, naturalmente facile da leggere ed agevole da scrivere. Creato in Giappone, Ruby è caratterizzato...
Programmazione

Regole per programmare in Assembly

Prima di tutto, per chi non lo sapesse, una breve presentazione di questo linguaggio di programmazione. L'assembly è stato uno dei primi linguaggi mai sviluppati e viene detto di "basso" livello o meglio definito come linguaggio macchina. Questo perché...
Programmazione

Regole per programmare in Occam

Occam è un linguaggio di programmazione sviluppato dall'azienda INMOS per i suoi modelli di microprocessori con architetture parallele. Ideati negli anni Ottanta da una modesta azienda inglese, gli INMOS Transputer rappresentarono l'avanguardia della...
Programmazione

Regole per programmare in Applescript

AppleScript, nato negli anni '90 come una sorta di estensione del MacOS che viene caricata al suo avvio, è un software di programmazione che permette agli utenti di sviluppare diverse tipologie di applicazioni, da quelle più complesse di stampo matematico,...
Programmazione

Regole per programmare in Linda

Linda è il nome di un linguaggio di programmazione non molto diffuso. È un linguaggio che estende quelli più conosciuti, come Java e C++, in modo tale da poter sviluppare applicazioni in ambiente distribuito. Appartiene alla famiglia di linguaggi a...
Programmazione

Come programmare in Axum

Con la realizzazione di Axum, è stato originato un linguaggio strutturato in maniera tale da rendere maggiormente semplice la programmazione simultanea e sicura. Ma di cosa si tratta? Innanzitutto occorre chiarire l'obiettivo di questo progetto: quello...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.