Regole per programmare in Applescript

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

AppleScript, nato negli anni '90 come una sorta di estensione del MacOS che viene caricata al suo avvio, è un software di programmazione che permette agli utenti di sviluppare diverse tipologie di applicazioni, da quelle più complesse di stampo matematico, fino ai giochi. In questa lista desideriamo dare degli input su alcune regole e step fondamentali per predisporsi ad imparare l'utilizzo di AppleScript, almeno nelle sue funzionalità basilari che non sono per nulla difficili da comprendere e mettere in pratica nel programmare.

27

Memorizzare la posizione delle funzionalità

Innanzitutto bisognerà installare e lanciare il programma: basterà cercarlo nell'elenco delle Applicazioni o Utilities della propria macchina. Lanciate, dunque, AppleScript Editor. Il primo consiglio sarà quello di iniziare a spulciare tra le varie funzionalità a disposizione nei diversi menù a tendina che si apriranno cliccando sulle voci nel menù in alto. Grazie ad un po' di intuito e di pratica, riuscirete a comprendere al volo il significato delle varie funzioni e memorizzare la loro posizione per poi richiamarle velocemente all'occorrenza.

37

Utilizzare il Dizionario dei Comandi

La prima funzionalità che sicuramente vi tornerà utile e, quindi, dovreste imparare subito ad utilizzare è la ricerca dei comandi nel dizionario di AppleScript. Si tratta, appunto, di una sorta di dizionario di tutte le funzionalità attraverso il quale potrete effettuare delle ricerche per conoscere i comandi di cui avrete bisogno. Per aprire il dizionario, vi basterà cliccare, dal menù in alto, sulla voce 'File' e su 'Open Dictionary' nel sotto-menù.

Continua la lettura
47

Imparare il significato delle icone

Può sembrare scontato, ma le icone presenti nella toolbar in alto non sono scelte a caso. Ognuna di esse, infatti, è studiata e ha un suo significato logico ed associativo. Iniziate, dunque, ad imparare il significato delle icone perché la loro forma potrà velocizzarvi e semplificarvi notevolmente il lavoro. Ogni icona, inoltre, ha una sua parola descrittiva posta subito sotto e, se conoscete almeno un po' di inglese, il compito di comprendere a cosa servono sarà davvero un gioco da ragazzi. Ad esempio, 'Stop' interromperà la registrazione, mentre 'Run' eseguirà lo script. 'Event Log History' vi farà visualizzare lo storico dell'utilizzo dello script, 'Result History' evidenzierà ciò che è avvenuto durante l'esecuzione dello script. Infine, 'Print' stamperà lo script e 'Bundle Contents' servirà a raccogliere i comandi nello script stesso.

57

Salvare i file in diversi formati

Un altro aspetto importante e fondamentale consiste nel salvataggio dei file nei formati più adatti. Basterà cliccare sulla voce 'File' nel menù in alto e poi 'Save As' nel sotto-menù. Grazie alla funzione 'File Format', sarà possibile scegliere, tra un elenco a disposizione, il formato in cui si necessita salvare il file. Non dimenticate, inoltre, di salvare spesso il vostro lavoro in corso d'opera: eviterete, così, di perdere tutto il lavoro per un semplice calo di tensione o per la batteria scarica del vostro portatile.

67

Farsi aiutare dallo Script Assistant

Chiedere aiuto a volte è la miglior soluzione. Per fortuna, AppleScript include un'ottima funzionalità di assistenza: lo Script Assistant. Basterà attivarlo cliccando su 'AppleScript Editor' nel menù in alto e poi su 'Preferences' nel sotto-menù. Fare clic su 'Editing' e spuntare 'Use Script Assistant'. Chiudere e riaprire AppleScript Editor. Da questo momento in poi, quando inizierete a digitare un comando, sarete aiutati in automatico a completare la parola. Premendo F5 dalla vostra tastiera, inoltre, potrete visualizzare tutti i termini e comandi possibili.

77

Approfondire le funzionalità in base al bisogno

Le funzionalità dell'AppleScript sono davvero tantissime, tutte da sperimentare e da approfondire. Sarà utile effettuare ulteriori ricerche sul web più mirate ed indirizzate specificamente ai vostri bisogni di approfondimento di determinati utilizzi, in poche parole a seconda dei casi e dello scopo dei singoli script da sviluppare. Imparerete comandi base come il 'beep', il 'talk' ed il 'dialog' e come utilizzarli per i vostri scopi. Un ultimo consiglio, inoltre, è quello di essere sempre semplici e lineari nella programmazione, evitando inutili giri di comandi e cercando di ridurre al minimo le righe da utilizzare. Più il codice di uno script è logico, più sarà facile comprenderlo e modificarlo in futuro, anche per voi stessi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Regole per programmare in ActionScript

Action Script è un nome che suonerà familiare a tutti coloro che si intendono di programmazione. Si tratta, infatti, del linguaggio di programmazione di Flash utilizzato per la creazione di videogames basati su browser. Esistono ben tre versioni di...
Programmazione

Regole per programmare in Rust

I linguaggi di programmazione fanno parte dell'universo informatico sin dagli inizi. Tutti noi ricorderemo sicuramente il vecchio prompt dei comandi sul nostro primo PC. Si apriva una finestrella nera in cui dovevamo digitare specifiche espressioni, spesso...
Programmazione

Regole per programmare in Ruby

Il linguaggio di programmazione chiamato Ruby è basato su una piattaforma open source assolutamente dinamico, caratterizzato da una sintassi semplice e produttivo, naturalmente facile da leggere ed agevole da scrivere. Creato in Giappone, Ruby è caratterizzato...
Programmazione

Regole per programmare in Assembly

Prima di tutto, per chi non lo sapesse, una breve presentazione di questo linguaggio di programmazione. L'assembly è stato uno dei primi linguaggi mai sviluppati e viene detto di "basso" livello o meglio definito come linguaggio macchina. Questo perché...
Programmazione

Regole per programmare in Occam

Occam è un linguaggio di programmazione sviluppato dall'azienda INMOS per i suoi modelli di microprocessori con architetture parallele. Ideati negli anni Ottanta da una modesta azienda inglese, gli INMOS Transputer rappresentarono l'avanguardia della...
Programmazione

Regole per programmare in Linda

Linda è il nome di un linguaggio di programmazione non molto diffuso. È un linguaggio che estende quelli più conosciuti, come Java e C++, in modo tale da poter sviluppare applicazioni in ambiente distribuito. Appartiene alla famiglia di linguaggi a...
Programmazione

Come programmare in Axum

Con la realizzazione di Axum, è stato originato un linguaggio strutturato in maniera tale da rendere maggiormente semplice la programmazione simultanea e sicura. Ma di cosa si tratta? Innanzitutto occorre chiarire l'obiettivo di questo progetto: quello...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.