Regole per progrmmare in Axum

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Microsoft ha stilato un nuovo progetto denominato Axum. Di cosa si tratta? Axum si pone l'obiettivo di creare un moderno ed avveniristico linguaggio per consentire a tutti gli utenti di creare in modo semplice e veloce applicazioni parallele di software che siano in grado di utilizzare al meglio i processori multicore. Affinché ciò avvenga, è tuttavia necessario che si conoscano le giuste e basilari regole per intervenire all'interno del nuovo linguaggio. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi le regole principali per programmare correttamente in Axum.

26

Determinare un algoritmo con precisione

La prima regola da seguire per tutti coloro che volessero operare all'interno di Axum sembra quella di determinare con estrema precisione un algoritmo. Pertanto, essere capaci di esprimersi attraverso un linguaggio di programmazione adeguato, rappresenta il primo e fondamentale modo per interfacciarsi con Axum in modo efficace e propositivo. Andiamo a vedere ora quali sono le regole per sviluppare un linguaggio di programmazione che sia adatto per Axum.

36

Trovare un linguaggio di programmazione efficace

Una seconda regola sembra dunque essere quella di trovare un linguaggio di programmazione che sia efficiente. Quali sono le variabili da seguire per soddisfare questa priorità? Senza dubbio quella di impostare un algoritmo che sia in grado di consumare poche risorse, sia in termini di occupazione di memoria sia per ciò che riguarda la codifica.

Continua la lettura
46

Considerare la modularità

Un'altra fondamentale regola è poi quella di considerare la cosiddetta "modularità". Di cosa si tratta? La modularità rappresenta l'insieme delle modalità che in Axum si devono utilizzare per trovare un algoritmo di soluzione che sia il più efficace possibile e per far si che il programma sia davvero efficace, potendo così essere utilizzato anche in altri contesti di programmazione.

56

Usare un codice di facile lettura

Come si sa, nel linguaggio di programmazione è anche molto importante esprimere una corretta ossatura del codice attraverso il quale il programma si sviluppa. Altra fondamentale regola è dunque quella di esprimersi con un codice che sia sempre di facile lettura. Nel prossimo passo andremo a vedere quali regole è opportuno rispettare per produrre, appunto, un codice di facile lettura e di agevole accessibilità per tutti.

66

Conoscere le regole di naming

Dunque, la regole da seguire per una chiara strutturazione del codice, è fondamentalmente rappresentata dalle conoscenze di naming. Chiunque voglia utilizzare Axum, dovrà apprendere queste fondamentali regole. Le regole di naming, all'interno di Axum, impongono al programmatore di stabilire variabili e funzioni che abbiano un nome  evidente ed immediatamente esplicativo. Tali variabili e funzioni vanno poi sempre "indentate". Indentare, in gergo informatico, significa usare degli appositi spazi grafici che siano in grado di organizzare al meglio e di distinguere le varie parti di cui si compone un codice di programmazione. Tenute dunque in considerazione tutte queste regole, vi sarà poi molto facile agire ed operare all'interno di Axum, usufruendo così di tutte le sue utilissime funzioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Introduzione alla programmazione in F#

Il linguaggio di programmazione F# è l’ultimo nato della famiglia Microsoft Visual Studio. Si tratta di un nuovo linguaggio originariamente progettato e creato da Microsoft Research. Fa parte della piattaforma di sviluppo software .NET (uno standard...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Pascal

In questa guida verranno dati ottimi consigli su come programmare al meglio un algoritmo fatto interamente in Pascal. Quest'ultimo si tratta di un linguaggio di programmazione molto diffuso, ad alto livello in cui si possono scrivere diverse istruzioni...
Sicurezza

Come ordinare alfabeticamente i caratteri di una sringa con il linguaggio Harbour

Esistono moltissimi linguaggi di programmazione che sfruttano tecnologie software differenti e che quindi necessitano di conoscenze diversificate. Esistono linguaggi specifici per un utilizzo ben determinato, oppure linguaggi più generalisti, comunque...
Programmazione

Regole per programmare in Ruby

Il linguaggio di programmazione chiamato Ruby è basato su una piattaforma open source assolutamente dinamico, caratterizzato da una sintassi semplice e produttivo, naturalmente facile da leggere ed agevole da scrivere. Creato in Giappone, Ruby è caratterizzato...
Programmazione

Regole per programmare in Rust

I linguaggi di programmazione fanno parte dell'universo informatico sin dagli inizi. Tutti noi ricorderemo sicuramente il vecchio prompt dei comandi sul nostro primo PC. Si apriva una finestrella nera in cui dovevamo digitare specifiche espressioni, spesso...
Programmazione

Come imparare ad utilizzare C++

I linguaggi di programmazione esistenti permettono di sfruttare le potenzialità di cui disponiamo attraverso i personal computer. Mediante la loro conoscenza possiamo creare programmi ad hoc per le più svariate esigenze, partendo magari da implementazioni...
Programmazione

Come ordinare una lista in Java

Java in campo informatico rappresenta senza dubbio uno dei sistemi di programmazione più diffusi e conosciuti. Ordinare una lista in Java potrebbe sembrare un'operazione piuttosto complicata, in modo particolare per i meno esperti del settore. In realtà...
Programmazione

Java: 10 cose da sapere

Java è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti. Questo significa che attraverso questo linguaggio è possibile creare giochi ed applicazioni con cui è possibile interagire a schermo. L'origine di questo linguaggio risale al lontano 1995,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.