Come progettare un software

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Una domanda a cui molte persone appassionate di informatica si chiedono è come progettare un software. Il processo può essere abbastanza lungo e laborioso, oltre a richiedere anche parecchi mesi di lavoro, dal momento che le diverse fasi di cui esso è composto spesso necessitano di varie modifiche e correzioni, ma sopratutto continui rinnovamenti. Tuttavia è necessario precisare che il fattore tempo è solitamente ripagato dal fatto che, se ben progettato, un software può rivelarsi estremamente utile, sia economicamente che praticamente, al suo creatore e a chi lo utilizza. In questa semplice ed esauriente guida, pertanto, andremo a spiegare come si può progettare un software.

26

Occorrente

  • Computer
  • Tanto tempo e pazienza
36

È fondamentale elencare i differenti passaggi di cui si compone la progettazione di un software. Dal momento che l'utilità del programma, come ad esempio uno finalizzato al calcolo ingegneristico, consiste nella capacità di risolvere dei tipi di problemi, è di estrema importanza che il progettista abbia ben presente quale sia la problematica specifica che il suo software dovrà risolvere. Infatti, i programmi che sono completamente privi di alcuna finalità precisa, non hanno molto successo una volta che vengono immessi sul mercato. Questa fase iniziale non è assolutamente da sottovalutare, dal momento che richiede un lavoro di astrazione non indifferente da parte del progettista, nel tentativo di immaginare quale sia il risultato finale. Specificatamente è necessario focalizzarsi su quali saranno i parametri inseriti dall'utente (ossia gli input) e quali invece dovrà restituire il software in risposta (quindi gli output).

46

Il secondo procedimento fondamentale per la realizzazione di un software consiste nella redazione di grafici, di diagrammi di flusso, di pseudo-codice, con l'obiettivo di avere degli schemi che rappresentino la struttura logica del programma stesso. Questa fase può essere saltata, nel caso di software relativamente semplici da creare dal punto di vista procedurale. In questo passaggio si concretizza la progettazione attraverso la stesura degli algoritmi. È completamente inutile sostenere che in questa fase è molto importante, per non dire fondamentale, conoscere il "linguaggio" del computer. In effetti, come dice un vecchio proverbio, "i computer fanno quello che gli dici di fare, non quello che vuoi".

Continua la lettura
56

Nel caso in cui il processo appena esposto dovesse essere assimilabile al lavoro che compie il proprio cervello durante la creazione di una frase, quello che stiamo per spiegarvi può essere assimilato alla pronuncia della frase stessa. Inizialmente rappresenta una sequenza di idee messe una dopo l'altra per costruire un concetto. Successivamente quando la si pronuncia, la frase acquista delle caratteristiche fondamentale per la sua comprensione, quali ad esempio la lingua. Esattamente come per gli essere umani esistono varie lingue come l'arabo, l'italiano, il cinese, il francese, un discorso analogo vale per i computer. Per quest'ultimi, infatti, esistono svariati linguaggi di programmazione come il Visual Basic, il Java, il C++, il Delphi e molti altri ancora, con diverse caratteristiche sintattiche e strutturali. Il loro ruolo è quello di agire da ponte tra la logica di programmazione e la sua effettiva esecuzione. Questa parte è quella che, sicuramente, necessita di maggiori conoscenze tecniche ed abilità intellettive. Questo procedimento comprende, tra l'altro, la realizzazione di un'interfaccia grafica e della stesura pratica del codice del programma che, una volta compilato, restituirà un file "eseguibile" pronto per essere eseguito.

66

L'ultimo passo di questo lungo processo consiste nella verifica del risultato ottenuto, che, alcune volte, può comportare un ritorno al passo precedente per la correzione di un eventuale errore. Infatti il programma appena elaborato, non sempre porta a buoni risultati. Spesso, in questo passaggio, può rivelarsi utile ricorrere al cosiddetto debugging (de-bug vuol dire eliminazione dei problemi) che osserva il comportamento del programma istruzione dopo istruzione. Una volta che sono stati eliminati tutti quanti i problemi relativi al codice, e pertanto quando è stato verificato il corretto funzionamento del software, la progettazione può dirsi terminata e lasciare spazio alla fase di commercializzazione. Progettare un software, in buona sostanza, rappresenta una vera e propria professione che richiede di molto tempo disponibile e di tanta buona volontà, oltre a possedere le giuste conoscenze dei linguaggi di programmazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come progettare un oggetto da stampare in 3D

Le applicazioni che consentono le stampanti 3D, sono numerosissime e, per certi versi, rappresentano sicuramente una fetta del nostro futuro. Sono una grandissima evoluzione rispetto al concetto di stampa che siamo abituati a prendere in considerazione....
Programmazione

Come progettare un sito in ASP.NET

In questa guida vi parlerò di come progettare un sito in ASP.NET. Nell'epoca in cui viviamo creare siti è diventato ormai molto semplice grazie ai molteplici strumenti che la tecnologia ci offre. Uno dei migliori modi di creare un sito è utilizzare...
Programmazione

Come progettare un videogioco

I videogiochi vengono ormai eseguiti su ogni tipologia di piattaforma, che sia un computer, una console, un tablet o un cellulare. Esistono giochi di qualsiasi genere e proprio per questo motivo, in questa guida cercherò di spiegare come progettare un...
Programmazione

Come usare jQuery Mobile

Da qualche tempo gli sviluppatori di software si sono posti il problema di creare degli “script” (particolari programmi scritti in un dato linguaggio di programmazione in grado di “supportare” software più complessi) che potessero funzionare...
Programmazione

Appunti di programmazione per Android

È proprio vero, oggi i cellulari sono dei veri e propri computer, ricchi di funzioni differenti. Alcuni sono realizzati con tecnologie avanzatissime e dispongono di un sistema operativo (programmi che mediano fra le applicazioni e il software) e di applicazioni...
Programmazione

Guida alla programmazione in Basic

Se volete una vera e propria Guida alla programmazione in Basic, non vi resta altro che leggere attentamente i seguenti passaggi che vi elencheremo in seguito e facilitarvi cosi il compito. Il software che useremo è noto come "Visual Basic", che ben...
Programmazione

Come programmare con Arduino

Arduino è una piattaforma opensource hardware e software, facilmente programmabile, che permette di creare circuiti per molte applicazioni, soprattutto nel campo della robotica e dell'automazione. Il prodotto è italiano e fu sviluppato ad Ivrea nel...
Programmazione

Eclipse: guida base

Ogni programmatore Java o di qualunque altro linguaggio quali, C++ e PHP, necessita di un ambiente di sviluppo ad hoc che semplifichi la progettazione del software. Oggi, grazie a questa guida, vedremo una parte delle potenzialità base offerte dal noto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.