Come Collegare Ed Usare Un Buzzer

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nei passaggi successivi di questa guida ci occuperemo di spiegare, in maniera molto dettagliata, come bisogna procedere per eseguire i collegamenti di un buzzer, dispositivo chiamato anche cicalino. Andremo anche a mostrarvi quelle che sono le modalità di utilizzo e illustreremo alcuni consigli su come utilizzarlo al meglio una volta che lo dobbiamo collegare. Le sue applicazioni, infatti, sono innumerevoli, ed è molto diffuso in ambito di allarmi.

27

Occorrente

  • buzzer
  • pila
37

Il buzzer (conosciuto anche con nome di cicalino) è un componente elettromeccanico che, quando è percorso da corrente elettrica, è in gradi di emettere un suono simile a un ronzio. Viene considerato anche come un trasduttore piezoelettrico, con la funzione di convertire l'energia meccanica (sotto forma di deformazione) in energia elettrica (sotto forma di variazione di tensione). Il suo campo di applicazione è davvero molto vasto e comprende tantissimi settori, come quello automobilistico, domotico, casalingo, industriale e anche hobbistico. È in gradi di ricevere e mandare dei segnali, esattamente come accade nel caso del cerca persone. Il trasduttore è un dispositivo, generalmente di tipo elettrico o elettronico, che è capace di convertire un tipo di energia relativa a grandezze meccaniche e fisiche in segnali elettrici. Molti trasduttori funzionano sia come sensori che come attuatori. In senso lato, si può dire che un trasduttore può essere anche definito come un qualsiasi dispositivo che converte dell'energia da una forma ad un'altra, in modo tale che questa possa essere rielaborata o dall'uomo o da altre macchine. La piezoelettricità è quella proprietà di alcuni cristalli di generare una differenza di potenziale quando sono soggetti a una deformazione meccanica. Tale effetto è reversibile e si verifica su scale dell'ordine dei nanometri.

47

Il buzzer, quindi, può emettere un suono solamente se viene alimentato. Esistono sul mercato tante tipologie di buzzer, che si differenziano tra loro a seconda della tensione di alimentazione. Pertanto esistono i buzzer da 5 volt, da 12 volt, da 24 volt e anche da 230 volt. Questi ultimi sono, ovviamente, molto più pericolosi, perché sonp percorsi dall'alta tensione.

Continua la lettura
57

Per quanto concerne il suo collegamento non esistono problemi di sorta, infatti è sufficiente collegarlo direttamente, e senza resistenze di limitazione, a una fonte di energia elettrica, come una pila, batteria o alimentatore. Esso inizierà immediatamente a emettere una nota acustica. Solitamente i buzzer sono realizzati con tipologia piezo. Il funzionamento di un cristallo piezoelettrico è abbastanza semplice: quando viene applicata una pressione (o decompressione) esterna, si posizionano, sulle facce opposte, delle cariche di segno opposto. Il cristallo, in questo modo, si comporta come se fosse un condensatore al quale è stata applicata una differenza di potenziale. Se le due facce vengono collegate tramite un circuito esterno, verrà quindi generata una corrente elettrica, che vine definita corrente piezoelettrica. Al contrario, quando si va ad applicare una differenza di potenziale al cristallo, esso si espande o si contrae.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rispettare sempre la corretta polarità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come calcolare la differenza di potenziale V

Quando si affrontano i problemi di fisica riguardanti il campo elettrico, ci si trova spesso a dover calcolare la differenza di potenziale tra due punti immersi nel campo elettrico. Tale grandezza venne scoperta da Alessandro Volta e viene spesso chiamata...
Elettronica

Come elettrificare una chitarra classica

La chitarra classica è uno degli strumenti a corda più diffusi nelle famiglie. Spesso la si eredita dai propri padri o da nonni che non la utilizzano più. L'utilizzo chiede una buona dose di pratica e di esercizio costante, per riuscire a padroneggiare...
Elettronica

Come Collegare Ed Usare Un Potenziometro

Il potenziometro o misuratore potenziale è una specie di dispositivo elettrico utilizzato inizialmente per misurare precisamente la tensione elettrica ed attualmente anche è adoperato per molteplici funzioni. Questa guida spiegherà a tutti gli interessati...
Elettronica

Come costruire un telegrafo con i fili

Il telegrafo venne inventato nella prima metà del 1800: molti furono i precursori della telegrafia, ma Guglielmo Marconi, fisico e inventore italiano, ne fu il migliore fautore, poiché proprio attraverso i suoi esperimenti permise un'applicazione su...
Elettronica

Come realizzare un trasformatore 5v - 12v

Dovete far variare i parametri iniziali di ingresso, rispetto a quelli di uscita tenendo però costante la potenza? Niente paura, questa guida è tutto ciò di cui avete bisogno! Infatti, attraverso pochi e semplici passaggi, vi spigherò nella maniera...
Elettronica

Come calcolare il valore di una resistenza

All'interno della presente guida andremo a occuparci di circuiti elettrici. Entrando più nello specifico, parleremo di calcolo della resistenza. Come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo di questa guida, andremo a spiegare come andare...
Elettronica

Come testare la messa a terra

La sicurezza degli impianti elettrici è indispensabile non soltanto nell'ambito lavorativo, ma anche in quello domestico. I collaudi e le verifiche sono obbligatori per legge, sia nel settore civile che in quello industriale. Il rischio di dispersione...
Elettronica

Come bilanciare un segnale audio sbilanciato

La differenza tra un segnale audio bilanciato e sbilanciato in un dispositivo viene spesso trascurata. Un uscita bilanciata può essere progettata, costruita e collegata in molti modi, e ci sono diversi modi in cui i dispositivi bilanciati e sbilanciati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.