come pulire il meccanismo interno di una sveglia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Uno degli oggetti forse più odiati, ma assolutamente indispensabile nella vita di ognuno è la sveglia. Chi non ne possiede almeno una sul proprio comodino per essere puntale la mattina e non fare tardi al lavoro, a scuola o ad un appuntamento? Negli ultimi anni sono state inventate le radiosveglie, per rendere forse meno traumatico il risveglio, ma la classica sveglia meccanica non passa mai di moda. Tuttavia, affinché la sveglia sia sempre affidabile e non si blocchi a causa della polvere, è necessario pulire il suo meccanismo interno almeno una volta l'anno. La seguente guida vi spiegherà come fare.

25

Il primo consiglio è quello di essere estremamente delicati. Tutti gli oggetti meccanici vanno infatti trattati con cura, in particolare la sveglia che possiede dei marchingegni molto piccoli. Prendiamo dunque un cacciavite e, facendo leva con la punta, stacchiamo il telaio della sveglia e togliamo il vetro, facendo attenzione a non danneggiarlo o addirittura romperlo. Servendoci ancora del cacciavite, facciamo saltare via delicatamente le lancette dal primo centrale, facendo molta attenzione a non piegarle. Togliamo quindi il quadrante dalla sveglia infilando la punta del cacciavite in una incavatura posta, di solito, nella parte inferiore.

35

Adesso giriamo la sveglia e togliamo con le mani le chiavette o i perni che si trovano sul retro della cassa. Svitiamo delicatamente la cassa della sveglia e rimuoviamo quindi la campana. Poi, svitiamo le due viti che fissano il meccanismo della sveglia alla campana ed estraiamo il meccanismo, cercando sempre di maneggiarlo con cura per evitare di romperlo e vanificare quindi il lavoro. Un consiglio è quello di lavorare su un piano orizzontale ampio, magari utilizzando un panno chiaro, in modo da avere tutti i pezzi sott'occhio e a portata di mano.

Continua la lettura
45

Una volta smontata la nostra sveglia, riempiamo una vaschetta di acqua ossigenata e poi immergiamo molto delicatamente il meccanismo, lasciandolo lì per almeno 15 minuti. Dopo questo lasso di tempo, tiriamo fuori il meccanismo dalla vaschetta e, dopo averlo scosso leggermente per eliminare i residui di liquido, è necessario pulirlo e asciugarlo con un panno che non lasci peluzzi. Questo passaggio è molto importante, perché se il meccanismo dovesse rimanere bagnato non funzionerebbe a dovere. Nel caso in cui il panno non fosse sufficiente, asciugare l'interno con un phon. Una volta asciutto, lubrifichiamo il meccanismo con dell'olio, affinché giri senza intoppi. Una volta finito, rimontiamo il tutto con cura, facendo attenzione a tutte le piccole parti della sveglia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come sostituire l'hard disk interno del decoder satellitare

Per osservare i programmi televisivi graditi, oggi si ricorre ad un dispositivo elettronico che trasmette gran parte dei canali esistenti in numerosi Paesi del mondo. Si tratta del decoder satellitare, una scatola magica che si comporta come lettore dei...
Elettronica

Come pulire la lente laser del lettore Dvd

Il lettore DVD è una delle migliori invenzioni degli ultimi anni. Grazie a questo pratico strumento abbiamo la possibilità di guardare i nostri film preferiti semplicemente inserendo un disco. Spesso ci può capitare di vedere male un DVD. Il film si...
Elettronica

10 consigli per pulire lo schermo del PC

Lo schermo del PC è soggetto a sporcarsi spesso a causa della polvere, del grasso e delle ditate. Per pulirlo non bisogna mai usare prodotti troppo aggressivi o panni ruvidi, per non correre il rischio di graffiarlo irrimediabilmente. In questa utile...
Elettronica

5 modi per svegliarsi con la musica

Svegliarsi la mattina è un vero incubo! Il suono della sveglia per quanto possa essere più soft del solito e martellante "Biiiiiip Biiiip" è pur sempre un modo brusco per iniziare la propria giornata. Se volete provare ad ammortizzare il trauma della...
Elettronica

Come pulire le ventole del MySkyHD

Come ogni elemento di elettronica digitale moderna, il MySkyHD scalda un po' mentre è in uso. Questo è legato all'elevato numero di operazioni che devono essere svolte dai componenti all'interno per gestire il video e l'audio in HD. Anche l'alimentazione...
Elettronica

Come pulire la lente del lettore CD

Chi possiede un lettore cd sa bene che a volte può capitare che un eccessivo accumulo di polvere impedisca il corretto funzionamento dell'apparecchio. Quest'ultimo infatti è dotato di una lente abbastanza delicata la quale, se è troppo sporca, danneggia...
Elettronica

Come pulire l'obiettivo di una Reflex

La fotografia è una vera e propria arte. Il miglior acquisto per un buon fotografo è senz'altro una macchina di ottimo livello. La tecnica è importante, ma lo strumento semplifica nettamente il lavoro. Le immagini risultano più nitide, reali e precise....
Elettronica

Come pulire i contatti di una scheda elettronica

Le schede elettroniche sono dei componenti fisici che permettono il funzionamento di numerosi apparecchi. Dai computer ai lettori DVD e Bluray, passando per gli smarthphone e le classiche radioline portatili, tutti i dispositivi elettronici risultano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.