Come Verificare La Funzionalità Di Un Transistor

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il B. J. T., ossia il Bipolar Junction Transistor, rappresenta un dispositivo utilizzato in elettronica, composto da un materiale a semiconduttore al quale sono applicati tre terminali definiti base, emettitore e collettore. Questo dispositivo è un componente elettronico attivo e semilineare, ed il suo funzionamento è basato sulla giunzione p-n. Inoltre, generalmente ha la funzione di fungere da interruttore oppure da amplificatore di segnali elettrici. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo un procedimento per verificare la funzionalità del componente in questione, per poter individuare un eventuale guasto, o per distinguere se si tratta di un NPN o PNP. Vediamo, quindi, come effettuare questa verifica.

25

Occorrente

  • Multimetro, Lampadina da 9V, Batteria da 9V, Resistenza da 1k
35

Il primo procedimento da compiere consiste nel verificare il corretto funzionamento delle giunzioni, tramite l'utilizzo di un tester in modalità ohm. Invece, per mezzo l'ausilio di un datasheet, occorre individuare il terminale che fa riferimento alla base, per poi posizionarsi su di esso con il puntale positivo del multimetro. A seguire, occorre posizionarsi alternativamente sugli altri due piedini con il puntale negativo. Nel caso in cui sul tester sarà possibile leggere un determinato valore, si tratterà di un dispositivo NPN. Invertendo la polarità, non si otterrà alcuna indicazione. In caso di BJT di tipo PNP il procedimento è il medesimo di quello appena descritto, ma opposto. Praticamente, posizionando il puntale negativo sulla base e quello positivo sul collettore ed emettitore si otterrà un'indicazione. Invece, invertendo la polarità non si produrrà alcun risultato. Se non si ottiene nessuna indicazione, pertanto, si tratta di un transistor guasto oppure di un altro tipo di componente. Una volta individuata la tipologia di dispositivo che ci troviamo davanti, è necessario procedere con una prova funzionale.

45

Vediamo, quindi, come procedere per realizzare questa prova funzionale. È necessario creare un circuito elettronico in grado di far funzionare il transistor prima in regime di interdizione poi di saturazione, collegando una lampadina da 9V tra il collettore ed il polo positivo di una batteria da 9V ed emettitore al polo negativo della batteria. Si potrà notare come in questo momento la lampadina sia spenta. In definitiva, nel caso in cui la corrente nella base è nulla, anche la corrente sul collettore e sull'emettitore sarà nulla, pertanto il transistor si comporterà come un interruttore aperto. In caso di un transistor NPN, per accendere la lampadina sarà necessario polarizzare il dispositivo in questione. Ad esempio, si può procedere collegando la base ai 9V tramite una resistenza da 1 kOhm. Tramite la corrente elettrica presente sulla base sarà pertanto possibile utilizzare il transistor come interruttore per accenderla oppure per spegnerla.

Continua la lettura
55

In caso di transistor PNP il procedimento sarà lo stesso, ma l'emettitore deve essere connesso al polo positivo della batteria. Inoltre, per accendere la lampadina, la base deve necessariamente essere collegata al polo negativo. Con tutte le indicazioni che vi abbiamo fornito in questo breve tutorial, dovreste esser in grado di riconoscere un dispositivo NPN da uno PNP. Chi presenta delle conoscenze di base di elettronica conosce l'argomento che abbiamo trattato in questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Hardware

Come sostituire il microchip in un circuito integrato

Un circuito integrato è un dispositivo elettronico composto da diversi transistor, che sono stati realizzati in contemporanea con un processo fisico e chimico. Il componente principale su cui viene costruito il circuito integrato si chiama microchip...
Elettronica

Come Costruire Un Amplificatore Audio

Un amplificatore audio è indispensabile per migliore sia i suoni che la potenza; infatti, oltre che acquistarlo è possibile anche costruirlo con pochi e semplici elementi, ed utilizzabile in molte occasioni. A lavoro ultimato, la qualità audio sarà...
Hardware

Come pilotare i motori passo passo con Arduino

Quando si parla di Arduino, subito può venire in mente l'automazione e, in questa branchia della tecnologia, il controllo dei motori è un argomento molto importante, che spesso trova impiego nelle più svariate applicazioni. Molte volte, col micro controllore...
Elettronica

Le nanotecnologie per l'elettronica

La nanotecnologia è la scienza, l'ingegneria e la tecnologia condotta su scala nanometrica dal fisico Richard Feynman, che è considerato il vero e proprio padre delle nanotecnologie. Le nanoscienze e le nanotecnologie sono lo studio e l'applicazione...
Elettronica

Come realizzare un circuito logico

I moderni computer, anche i più sofisticati ed i più complessi, sono costituiti da componenti base molto semplici: i circuiti logici. Questi elementi sono dei circuiti elettronici basati su di un numero finito di livelli di tensione elettrica. Le tensioni...
Elettronica

Come fare un interruttore per lampadina a pila

Quello dei circuiti elettrici è uno tra gli esperimenti che maggiormente si insegnano a scuola, studiando l'elettricità, le polarità e tutto ciò che ha scientificamente a che fare con essi. A moltissimi studenti delle scuole superiori, soprattutto...
Elettronica

Come costruire un faretto alogeno con un Dimmer

Le lampade alogene hanno un rendimento piuttosto maggiore, rispetto alle lampadine classiche con incandescenza e resistono molto di più ai cambiamenti di tensione. Vengono spesso usate in ambienti che hanno bisogno di una variazione, di intensità della...
Hardware

Come ripristinare il livello di carica della batteria notebook

Le batterie al litio dei notebook sono soggette all'invecchiamento. Molte volte ci lamentiamo della loro durata, della marca e del modello della stessa ma non è colpa della batteria stessa ma colpa nostra che non la utilizziamo correttamente. Ecco come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.